Bimbo di 3 anni prende la pistola e si ammazza durante la sua festa di compleanno

Tragedia inaspettata: un bimbo di soli 3 anni prende la pistola e si spara accidentalmente durante la sua festa di compleanno. Fatale la ferita riportata. L’arma era di un membro della sua famiglia.

bimbo di 3 anni si spara e si uccide il giorno del suo compleanno

Si è trasformata in una tragedia, la festa di compleanno di un bimbo di 3 anni. Siamo in Texas, nella cittadina di Porter, a pochi chilometri da Houston. Il piccolo stava maneggiando una pistola trovata in casa, appartenente a un membro della sua famiglia. In via del tutto involontaria, il piccolo si è però sparato accidentalmente al petto, provocandosi una ferita che gli è risultata infine fatale. In preda al panico e alla disperazione, la sua famiglia l’ha trasportato tempestivamente in una vicina caserma dei pompieri, ma per il piccolino non c’è stato nulla da fare. Secondo quanto riportano le fonti locali, non sarebbero state divulgate le generalità della vittima – così come nemmeno quelle della sua famiglia.

“Stavano giocando a carte, fino a quando hanno sentito uno sparo”

“I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla famiglia e agli amici [in] questo tragico incidente“, si legge nella nota pubblicata dall’ufficio dello Sceriffo della Contea di Montgomery. Proprio come spiegato dalle autorità, pare che in casa al momento dell’accaduto ci fossero sia gli amici che diversi membri della famiglia del piccolino.

Il gruppetto di persone si era riunito in casa, sabato scorso, per festeggiare il compleanno del bimbo, spiega infatti la polizia. La situazione sarebbe precipitata in maniera del tutto inaspettata. Mentre gli adulti stavano giocando a carte in un’altra stanza, hanno sentito improvvisamente uno sparo. Spaventati dal colpo, si sono diretti immediatamente nell’altra stanza, dove hanno però trovato il bambino morto, con una profonda ferita al petto.

bimbo 3 anni pistola
messaggi di cordoglio arrivano da amici e vicini – foto via ABC13 Houston

Come emerso dalle prime ricostruzioni riportate da Insider, pare che il piccolino avesse trovato la pistola in casa. L’arma sarebbe infatti caduta dalla tasca di un qualche membro della famiglia, e sarebbe rimasta a terra senza che nessuno potesse accorgersene.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Come riporta invece l’Independent, incidenti domestici di questo tipo starebbero aumentando in maniera preoccupante in tutti gli Stati Uniti. Solo in Texas, ad esempio, si tratta ormai del quinto caso solo verificatosi in questo 2020. Mentre nel 2018, sono stati 73 i bambini di età inferiore ai 12 anni morti in incidenti legati all’uso di armi da fuoco.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Mentre all’inizio di questo mese, un altro bambino di 3 anni è morto dopo essersi sparato un colpo per sbaglio nella città di Aloha, nell’Oregon, secondo la stazione di notizie locale KATU. Il piccolo, anche in questo caso, aveva trovato la pistola in casa, rovistando in un comodino: dopo averla maneggiata per gioco, si è tuttavia sparato accidentalmente alla testa.

“Penso che se chiedi a qualsiasi operatore di primo soccorso, la morte di un bambino è la peggiore chiamata in assoluto in cui bisogna agire”, ha spiegato ai giornalisti di KATU Shannon Wilde, un vice dell’ufficio dello sceriffo della contea di Washington.