Emergenza migranti in Francia, la polizia ha sgomberato l’accampamento di Saint-Denis

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:53

Emergenza migranti in Francia: la polizia ha sgomberato un accampamento a Saint-Denis con più di 2.000 persone. Trasferiti in pullman, gli esiliati verranno ospitati in 26 centri di accoglienza.

migranti francia Saint-Denis - meteoweek.com
Francia, i migranti del campo di Saint-Denis – foto via Le Monde

Secondo quanto si apprende dal quotidiano Le Monde, verso le ore 7:00 di questa mattina le forze dell’ordine francesi hanno effettuato lo sgombero di un campo di migranti situato sotto a un cavalcavia lungo lo Stade de France, a Saint-Denis, a nord di Parigi. Sarebbero circa 2.000 le persone accampate nella tendopoli di fortuna, e che vi si erano stanziate già a partire dallo scorso agosto. I migranti verranno alloggiati in diversi centri di accoglienza situati nella regione dell’Ile-de-France. Lo sgombero e il trasporto delle persone nei rispettivi centri non hanno creato disagi o incidenti.

“Questi campi sono inaccettabili”

Come riportato dal media francesi, in questo martedì 17 novembre la polizia ha effettuato l’evacuazione del vasto campo di migranti situato sotto uno svincolo autostradale ai piedi dello Stade de France, a Saint-Denis. Con un dispiego di un nutrito gruppo di agenti, l’operazione, atta a dare un rifugio agli esiliati in vari centri di accoglienza e palestre dell’Ile-de-France, è iniziata intorno alle 7:00 del mattino. I migranti sono stati trasbordati tranquillamente negli autobus che li dirigeranno altrove, e non si sarebbero verificati particolari disagi o problemi.

Francia, i migranti del campo di Saint-Denis - meteoweek.com
Francia, le operazioni di sgombero dei migranti di Saint-Denis – foto via Le Monde

Secondo quanto si apprende, sarebbero circa 2.400 i migranti che vivevano nella tendopoli, cresciuto costantemente da agosto in quell’area situata al di sotto dell’Autostrada 1 (A1).  “Questi campi sono inaccettabili“, ha spiegato ai giornalisti il ​​prefetto della polizia di Parigi, Didier Lallement. Tale importante operazione ha lo scopo di garantire un posto sicuro ai migranti regolari, e compiere i dovuti provvedimenti nei confronti di quelli che invce risultano irregolari sul territorio nazionale, spiega il ministro dell’Interno, Gerald Darmanin, in un tweet.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


“Un ciclo infinito e distruttivo”

Tutti i migranti prelevati dagli autobus, saranno prima testati con tamponi per Covid-19 nei centri di screening istituiti dall’agenzia regionale di sanità, prima di essere isolati in caso di risultato positivo, o immediatamente trasferiti nei centri a loro destinati. In totale, sono 70 gli autobus resi disponibili al loro trasbordo, mentre sarebbero 26 i centri di accoglienza istituiti dalla prefettura regionale dell’Ile-de-France che apriranno loro le porte.

L’accampamento abusivo, dove sono state trovate allestite diverse centinaia di tende, era composto per lo più da uomini soli, provenienti principalmente dall’Afghanistan, ma anche dal Sudan, dall’Etiopia e dalla Somalia. Molti di loro, richiedenti asilo, sono passati in precedenza per altri campi localizzati nella periferia di Parigi – successivamente smantellati.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Sempre come spiegato dalle penne de Le Monde, una trentina di associazioni e collettivi locali denunciano questo fenomeno di smentellamento e riassembramento di tendopoli come “un ciclo infinito e distruttivo“. “Da cinque anni le evacuazioni si ripetono, nonostante il malfunzionamento del sistema abitativo che le accompagna. Oggi le autorità continuano a organizzare queste operazioni mentre le precedenti 65 hanno dimostrato che erano inefficaci e che il loro unico effetto era quello di disperdere la gente“, scrivono polemizzando le associazioni francesi in un comunicato congiunto.