Vigili fanno sesso in auto, ma dimenticano la radio accesa: è scandalo

L’episodio increscioso è accaduto a Roma la scorsa notte, davanti al campo nomadi. Due vigili hanno avuto un rapporto sessuale mentre erano in servizio, ma si sono dimenticati di spegnere la radio di servizio.

vigili sesso meteoweek
Ora i due vigili sono nei guai – meteoweek.com

I vigili urbani sono forse i più sotto pressione, in questi giorni in cui i controlli devono essere effettuati nel migliore dei modi. Le restrizioni fissate in tutta Italia per scongiurare il più possibile la diffusione del Covid-19 inducono le forze dell’ordine a tenere gli occhi aperti. Così, in quei rari momenti di calma e di quiete, può capitare che vengano idee malsane per trascorrere il tempo. Devono avere avuto un’idea davvero malsana due vigili urbani che esercitano a Roma Capitale, e che in una fresca notte di fine novembre hanno dato vita a un vero e proprio scandalo.

I due erano di piantone davanti a un campo nomadi della Capitale. Sarà stata l’atmosfera romantica, sarà stata la stanchezza per un turno sfiancante a fare la guardia, ma alla fine i due si sono ritrovati a consumare un rapporto sessuale. Lei ha poco più di 40 anni, lui qualche anni in più, ma la passione e l’attrazione è stata tale da dimenticare quasi di avere una divisa addosso e di essere di turno. Questo di certo non lo sappiamo, ma al tempo stesso sappiamo che i due vigili si sono dimenticati di spegnere la radio, con la quale comunicavano con la centrale.

Una delle volanti dei vigili urbani di Roma Capitale – meteoweek.com

Leggi anche -> Roma, lavori sulla Metro A: Flaminio chiusa fino al 22 novembre, poi altre 6 stazioni

Leggi anche -> Fidanzati si baciano in strada: multa da 400 euro. Il sindaco difende i vigili

L’episodio, come detto, è avvenuto nella Capitale, più nello specifico tra due vigili che sono in forza al XV gruppo che agisce in zona Cassia. Erano appostati davanti al campo rom di via di Tor di Quinto. Erano in servizio a bordo di una Fiat Tipo, si sono lasciati andare dopo diverse ore di lavoro, dopo essere stati spediti sul posto dalla centrale. Durante il rapporto sessuale, i loro gemiti sono arrivati a chi avrebbe dovuto gestire le comunicazioni. Questo, con ogni probabilità, non ha detto nulla in un primo momento, occupandosi della registrazione da sfruttare in un secondo momento.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Al momento, i sentimenti che dominano sono l’imbarazzo e la rabbia. Da una parte i due protagonisti della vicenda che non possono non essere imbarazzati. D’altro canto l’intero corpo dei vigili urbani che si sono visti al centro di una situazione disastrosa. Nel giro di poche ore, la loro performance sessuale è finita sulla bocca di tutti, con la categoria degli agenti che operano nella Capitale gettata nel ridicolo. Ricordiamo che a Roma esercitano oltre 6mila vigili urbani. La protagonista al femminile di questa vicenda, tra le altre cose, è figlia d’arte.