Ha un malore improvviso e muore nella notte: Beatrice Coletta aveva 19 anni

Beatrice Coletta, 19 anni, è morta dopo avere avuto un malore improvviso nella notte. La corsa in ospedale è stata inutile. La famiglia e gli amici sono sconvolti dalla tragedia.

beatrice coletta
Beatrice Coletta, 19 anni, morta a seguito di un arresto cardiaco – meteoweek.com

Beatrice Coletta è morta a 19 anni a causa di un arresto cardio circolatorio. La ragazza, originaria della provincia dell’Aquila, ha avuto un malore nella notte tra venerdì e sabato mentre si trovava nella sua abitazione. I genitori hanno immediatamente avvertito i soccorsi e la giovane è stata trasportata d’urgenza in ambulanza all’ospedale di Tor Vergata, dove è deceduta. Gli operatori sanitari non sono riusciti a fare nulla. La famiglia e gli amici si sono stretti nel cordoglio.

Chi era Beatrice Coletta

Beatrice Coletta era nata ad Aielli, in provincia dell’Aquila, ma da anni viveva a Roma. Era figlia unica di papà Lino e mamma Lucia. Un anno fa si era diplomata al Liceo Classico Pio XI della Capitale e si era iscritta alla facoltà di Scienze Politiche presso la Luiss, superando brillantemente i test di ingresso. Era appassionata di calcio e grande tifosa della Roma. Il suo idolo era Francesco Totti. Si è spenta nel fiore dei suoi anni, lasciando nello sconforto parenti e amici.

beatrice coletta
Il calcio era una delle più grandi passioni di Beatrice Coletta – meteoweek.com

Bella e spontanea, voglio ricordarti così“, ha scritto un’amica. Il post pubblicato con allegato un video di Beatrice Coletta mentre scherza.

I messaggi di cordoglio

In tanti hanno voluto dedicare alla diciannovenne messaggi di addio. Molti sono commoventi. La solarità della diciannovenne aveva colpito chiunque, anche coloro che la conoscevano da poco. Tra questi anche Alessandro Orsini, professore di sociologia generale della facoltà di Scienze Politiche che la ragazza frequentava. “Sono sconvolto e profondamente addolorato per la morte di una mia bravissima e giovanissima studentessa, venuta a mancare improvvisamente“, ha scritto su Facebook. “Avrebbe dovuto tenere una relazione, mercoledì scorso, ma mi ero dilungato e, scusandomi, le avevo chiesto di parlare martedì 22 novembre. Avrebbe dovuto parlare in aula, davanti a tutti i suoi colleghi. Beatrice si era offerta volontaria perché era piena di passione per lo studio. Mi ha scritto in settimana perché, serissima e diligente, voleva concordare alcuni dettagli per fare al meglio il suo lavoro“.

Eppure, la giovane non è mai riuscita a presentare la sua relazione. Una tragica beffa del destino. “Proprio io che ho scritto su queste pagine di avere ricevuto un’educazione rigidissima per controllare le emozioni in pubblico, che anche davanti alle stragi peggiori ho il dovere di rimanere lucido e impassibile, mi sono ritrovato a piangere per strada. Vorrei ringraziare i genitori per avere messo al mondo una ragazza meravigliosa come Beatrice e di averne fatto dono a noi professori e ai suoi colleghi. Domani dovrò tornare in aula e credo che sarà la lezione più difficile della mia vita. Sicuramente la più triste. Ciao Beatrice, ti vogliamo bene e ti porteremo per sempre nel nostro cuore“, ha concluso il docente.

A ritrarre Beatrice Coletta con i medesimi tratti è stato l’Istituto Pio XI di Roma, dove la giovane ha frequentato le superiori. “Beatrice Coletta era una forza della natura, aveva esuberanza, passione ed intelligenza. Dava la sua opinione durante le lezioni con sicurezza, rendendo il confronto serio, profondo e avvincente. Viveva la sua vita a colori e tinte forti in ogni istante. Per questo ieri siamo stati travolti, alla notizia di un dolore così straziante e inaspettato, per averla persa così prematuramente“, si legge sulla pagina Facebook.

Infine, il messaggio del sindaco di Aiello, Comune in provincia dell’Aquila di cui Beatrice Coletta era originaria. “Beatrice, che il destino ha strappato all’affetto dei suoi cari, nel cuore degli anni, nel pieno della bellezza. Drammi a cui è impossibile dare un senso, di cui è difficile solo parlarne. Da sindaco non posso che stringermi attorno alla famiglia, ai genitori, ai nonni, agli zii, ai cugini, a tutti coloro che le hanno voluto bene, ha scritto Enzo Di Natale.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Leggi anche:


La famiglia di Beatrice Coletta, intanto, ha espresso il desiderio convogliare tutti i soldi destinati all’acquisto di fiori per il funerale ad una raccolta fondi che serva per contribuire a salvare altre vite. Coloro che vorranno rendere omaggio alla giovane potranno farlo tramite offerte al Bambino Gesù di Roma. In tanti hanno accolto l’appello.