Inviavano falsi sms da banche: così svuotavano conti correnti in tutta Italia

Inviavano falsi sms da banche: così svuotavano conti correnti in tutta Italia. La polizia postale è riuscita a stanarli

Falsi sms da banche-Meteoweek.com

Inviavano sms sui cellulari dei correntisti delle banche in tutta Italia e tramite un link
riuscivano a svuotare i loro conti correnti. A sgominare la banda la polizia postale di Genova che ha denunciato 4 persone e vi sono 50 indagati. Gli inquirenti temono che dietro queste truffe vi sia la camorra. La base operativa delle frodi è in Campania, frodi consumatesi in particolare nel periodo del lockdown. Da alcune intercettazioni è emerso anche che i truffatori insultavano le persone cadute nel tranello alla fine della telefonata. “Ti abbiamo fregato” o “sei stato un ciambellone“. Dalle truffe incassavano dai 300 euro ai 55 mila euro.

Leggi anche:—>Colpito alla testa da arma da fuoco, trovato morto 70enne

Leggi anche:—>Verso il decreto Ristori quater. In arrivo nuova pace fiscale?

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Le nuove tecniche utilizzate per truffare i correntisti sono chiamate Smishing e Vishing. Lo Smishing consiste nell’invio di comunicazioni che sembrano realmente inviate dalla propria banca e che chiedono all’utente di accedere al proprio conto on-line tramite un link. Soprattutto, questo genere di sms falsi si va a collocare in coda ad altri messaggi autentici inviati dalla banca, così da ingannare l’utente. Il Vishing, invece, consiste nel contattare la potenziale vittima tramite una telefonata in cui un falso operatore bancario, tramite raggiri, convince l’utente a rilasciare i codici del proprio rapporto finanziario. Si tratta, tra l’altro, di telefonate che apparentemente giungono dal numero della propria banca, ma in realtà, sono una trappola.