Decreto Ristori, si va verso l’esonero delle tasse in sospeso

Con il Decreto Ristori quater verranno stanziati 8 miliardi di aiuti alle attività e ai lavoratori. Previsto un fondo ad hoc per finanziare l’esonero totale o parziale dal versamento di imposte e contributi nel 2021.

gualtieri decreto ristori quater meteoweek
Roberto Gualtieri spiega meglio la composizione del decreto – meteoweek.com

Al termine di un Consiglio dei Ministri non particolarmente lungo, si è conclusa la prima parte del percorso del Decreto Ristori quater. Il Governo ha infatti approvato la quarta norma relativa ai ristori economici, per le categorie di imprenditori e lavoratori messi in ginocchio dall’emergenza coronavirus. Il nuovo provvedimento, passato da Palazzo Chigi e pronto per il doppio esame delle Camere, prevede uno stanziamento di 8 miliardi di euro. Questi sono previsti in favore delle attività e dei lavoratori che hanno vissuto le maggiori difficoltà, dopo le chiusure e le restrizioni previste dagli ultimi Dpcm.

A spiegare meglio come funziona la norma è stato proprio Roberto Gualtieri. Il ministro dell’economia ha esposto la composizione del Decreto Ristori quater attraverso un lungo post su Facebook. Gualtieri si è soffermato in particolare sulla questione fiscale, la più delicata per gli imprenditori. “Con questo nuovo decreto – svela – rinviamo al 30 aprile 2021 i versamenti del secondo acconto dell’Irpef, dell’Ires e dell’Irap a tutte le partite iva e alle imprese che nel 2019 hanno conseguito ricavi fino a 50 milioni e subito una perdita di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019“.

In particolare, sempre come spiega Gualtieri, “usufruiranno della medesima proroga i soggetti che operano nei settori economici individuati dal Decreto Ristori bis e i gestori di ristoranti nelle zone arancioni“. Inoltre, come abbiamo già accennato, il Governo ha previsto un fondo ad hoc per finanziare l’esonero totale o parziale del versamento di imposte e contributi. In particolare si fa riferimento alle tasse previste per il prossimo anno. A beneficiarne saranno coloro i quali hanno usufruito di sospensioni fiscali o contributive nel 2020.

Leggi anche -> Verso il decreto Ristori quater. In arrivo nuova pace fiscale?

Leggi anche -> Festività, atteso nuovo Dpcm. Ma quanto vale il Natale in termini economici?

Il prossimo Dpcm, che dovrebbe arrivare entro la fine della settimana, svelerà anche quali saranno i fondi previsti. Ma ci saranno ulteriori spiegazioni e delucidazioni per quanto riguarda i parametri di accesso ai fondi e agli incentivi previsti dal Decreto Ristori quater. Ma quali sono gli altri fondi immessi dal Governo attraverso questo decreto? Lo spiega ancora Gualtieri? “Rifinanziamo inoltre con 350 milioni di euro per il 2020 il fondo per i ristori delle perdite subite dal settore delle fiere e dei congressi. Ulteriori 90 milioni di euro per il fondo emergenze spettacolo, cinema e audiovisivo e ulteriori 10 milioni al fondo per agenzie di viaggio e tour operator, nonché guide e accompagnatori turistici e ulteriori 1.000 euro per gli stagionali del turismo e per artisti, maestranze e lavoratori intermittenti dello spettacolo“.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Nel suo lungo post, Gualtieri ha fatto capire che “è possibile mettere in campo tutte queste ulteriori importanti misure di sostegno economico grazie al nuovo scostamento di bilancio di 8 miliardi di euro che, con grande senso di responsabilità, è stato approvato in Parlamento, anche col voto delle opposizioni. Una scelta giusta, che va nell’interesse del Paese e dei cittadini in difficoltà che si aspettano dalle Istituzioni il necessario supporto“. Dunque la nuova svolta targata Decreto Ristori quater è pronta per essere proposta alle Camere per la doppia votazione.