Maradona, le foto della casa di Tigre: la stanza in cui è morto a piano terra

Il giornale argentino Clarin ha diffuso le immagini della casa di Tigre in cui Diego Armando Maradona è morto. Da giorni il Pibe de Oro dormiva in salotto, dove era stata allestita una stanza da letto.

maradona
Le immagini della casa a Tigre di Diego Armando Maradona – meteoweek.com

Diego Armando Maradona, dopo il delicato intervento al cervello per rimuovere un ematoma, ha trascorso gli ultimi giorni di vita nella sua casa del quartiere di San Andrés di Tigre, a Buenos Aires. Il quotidiano argentino Clarìn ha diffuso le immagini. Le stanze appaiono ordinate, ma tutti sanno che ormai quello è un luogo di morte. Per questa ragione le fotografie suscitano grande tristezza. Il Pibe de Oro è deceduto immerso nel lusso, ma in completa solitudine.

La casa di Maradona

Lo scorso 10 novembre l’avvocato di Diego Armando Maradona aveva pagato l’affitto dell’abitazione a Tigre fino al 31 gennaio 2021. Lì il Pibe de Oro avrebbe dovuto trascorrere in tranquillità il periodo di convalescenza. La casaè immersa in una grande tenuta. Da un lato della cucina c’è un piccolo campetto da calcio, con anche un canestro. Poco lontano un lago.

casa maradona

La cucina era tuttavia di piccole dimensioni. Un lavello, il frigorifero con qualche calamita e dei vecchi fornelli. Attaccato alla presa è rimasto un bollitore. Il microonde, invece, ha ancora attaccata l’etichetta. Sembra nuovo. Probabilmente uno degli ultimi acquisti effettuati dalla famiglia di Diego Armando Maradona. Scaffali e dispenser sono per lo più vuoti. Viene da chiedersi quale sia stata l’alimentazione del Pibe de Oro nel periodo di convalescenza.

Papà ha vomitato, ha mangiato gamberi all’aglio e broccoli, e non vuole che un’ambulanza vada a controllarlo. Agustina dice che è una decisione della famiglia! Credo ci siano cose che i familiari non debbano decidere. Per questo servirebbe un medico clinico o almeno un medico che risponda per lui“, aveva scritto il 2 novembre la figlia Dalma su Whatsapp.

maradona

La stanza in cui è morto Maradona

La villetta è a due piani. Al piano superiore ci sono diverse stanze da letto, una delle quali con bagno privato. L’ex calciatore argentino, tuttavia, non occupava nessuna di esse. Lo avevano fatto sistemare a piano terra, adibendo la sala giochi a camera. Sia per lo stato di salute in cui versava a seguito dell’intervento al cervello, sia per le ginocchia già fragili che non gli permettevano di salire le scale facilmente. Nel salotto sembrava avere ogni comfort: letto matrimoniale, wc chimico portatile (al piano terra non c’erano bagni), poltrona massaggiante, tv da 32 pollici e aria condizionata.

maradona

In questa stanza Diego Armando Maradona sarebbe morto da solo. L’avvocato dell’infermiera che lo assisteva rivela che il Pibe de Oro era da giorni chiuso lì dentro, senza che nessuno potesse controllare il suo stato di salute. Sarebbe anche caduto sbattendo la testa. Adesso nella sala giochi adibita a camera da letto resta soltanto un materasso nero. Sono state tolte le lenzuola. Sul materasso è stato appoggiato un televisore. Gli averi dell’ex calciatore argentino raccolti in sacchi e portati via.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

La polemica

In Argentina, a seguito della pubblicazione delle immagini della casa di Diego Armando Maradona, è scoppiata la polemica. Familiari e non solo si domandano se effettivamente l’appartamento fosse adatto ad accogliere il Pibe de Oro nel periodo di convalescenza. Una fonte del Clarìn rivela che “era tutto molto precario, per non dire un disastro“.

La villa in cui si trovava era molto semplice, senza bagno. C’era un letto e un wc chimico. Diego non meritava di passare i suoi ultimi giorni così“, ha ribadito Mario Baudry, avvocato della ex compagna Veronica Ojeda.


Leggi anche:


Matias Morla, avvocato e braccio destro del Pibe de Oro, tuttavia, si difende dalle accuse. Fu lui stesso a pagare l’ultimo affitto della casa a Tigre. “La casa non era così piccola. Aveva una vista sul lago e al piano di sopra c’erano altre quattro stanze, una con bagno in camera”, ha detto.