Categorie
Politica

Poteri straordinari e fondi per Roma, ma pochi candidati per le Comunali

La Camera dei Deputati approva il testo di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, per dare poteri straordinari e maggiori fondi a Roma.

Poteri straordinari e maggiori fondi per Roma. Sono questi gli impegni che Governo e Parlamento si sono presi approvando alla Camera dei Deputati il testo dell’ordine del giorno, a prima firma Giorgia Meloni. Il documento ha messo d’accordo tutti, maggioranza e opposizione. I voti contrari infatti sono stati solo 7, e 6 gli astenuti. Ciò vuol dire che alla Capitale potrebbe essere destinata una parte dei fondi previsti per il Recovery Fund.

L’esultanza di Meloni

L’approvazione quasi unanime del testo ha fatto gioire la presidente di Fratelli d’Italia, che ha dichiarato: “Il Parlamento e il governo si assumono un impegno solenne per dare alla Città Eterna l’attenzione che attende da troppo tempo. Noi continueremo a vigilare e a lavorare in ogni sede affinché si raggiunga questo obiettivo storico nel più breve tempo possibile. Siamo orgogliosi di questo risultato e ogni italiano deve esserlo”.

Poteri straordinari e fondi per Roma, ma pochi candidati per le Comunali - www.meteoweek.com
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, alla Camera dei Deputati. Credit: Giorgia Meloni Facebook

Leggi anche: Il vaccino non basta per riaprire: quali attività rischiano di restare chiuse?

Le parole di Raggi

Sul provvedimento approvato dalla Camera si è espressa anche l’attuale sindaca di Roma, Virginia Raggi, in quota Movimento 5 stelle. La prima cittadina chiedeva maggiori fondi e poteri speciali per amministrare la Capitale dall’inizio del suo mandato. “Il consenso bipartisan riconosce quanto ho sempre sostenuto: lo status della Capitale d’Italia non deve essere terreno di scontro politico ma un riconoscimento delle sue specificità e del ruolo che Roma ricopre a livello internazionale, ha detto la sindaca.

Leggi anche: De Luca colpisce ancora: fa il vaccino contro il Covid e scatena la bufera

Le elezioni comunali

Il testo sulla Capitale d’Italia arriva a pochi mesi dalle prossime elezioni comunali, che si terranno a giugno 2021. Una corsa che, tuttavia, non sembra ancora essere appetibile per la politica. Lo dimostra lo scarso numero di candidati che si sono presentati finora. Al momento infatti gli unici candidati ufficiali sono Carlo Calenda, leader di Azione, e Virginia Raggi, in quota Movimento 5 stelle, per il centrosinistra. Non è ancora chiaro se il Partito democratico sosterrà l’attuale sindaca, cercherà un nuovo candidato in comune con i pentastellati, o presenterà un suo esponente a parte. Per quanto riguarda il centrodestra invece le opzioni sono Guido Bertolaso, sostenuto da Forza Italia, e Vittorio Sgarbi, già sindaco di Sutri, che correrebbe per conto suo.