Trovato scheletro sulla riva senza piedi: giallo sulla sua identità

Trovato scheletro sulla riva senza piedi: giallo sulla sua identità. Era sul litorale da giorni, non si sa se sia uomo o donna

Scheletro-Meteoweek.com

 

Trovato ieri uno scheletro in riva al mare, trasportato da una mareggiata a Foce Verde (Latina). Non ha più i piedi e le gambe sono lucide, scarnificate. Il suo busto farebbe pensare a una mummia. La sua testa è piegata un po’ all’indietro, gli occhi guardano verso braccio sinistro e mano, come protese nel chiedere disperatamente aiuto.

È giallo su di chi sia il suddetto cadavere, non si sa se sia uomo o donna né l’età. Avambraccio e mano sono gli unici arti meglio conservati del corpo, il che fa supporre che il cadavere sia stato in acqua da qualche settimana. Naturalmente si tratta di semplici supposizioni.

Leggi anche:—>Caso Genovese, altre due ragazze sporgono denuncia contro di lui

A trovare lo scheletro, alcune persone scese a riva per fare una camminata, nonostante imperversassero pioggia e vento forte. Subito allertati, gli agenti sono giunti sul posto, ma in quel frangente stava grandinando, al che si è dovuta transennare l’area. D’estate quell’area è piena di gente, d’inverno è vuota.

La mareggiata ha ributtato a riva il cadavere, trovato in mezzo a tante rape bianche sparse per diversi metri intorno. Ora, i poliziotti hanno annotato questo particolare perché gli ortaggi sono di quelli coltivati nei campi di quell’area, lungo il canale Mascarello. Si tratta di un canale che è al limite date le forti piogge occorse negli ultimi giorni e che trascina con sé tutto ciò che trova in argini e campi nei dintorni. Così come un raccolto di rape o un cadavere. Lo scheletro potrebbe anche giungere da quelle zone.

I primi riscontri

Scheletro in spiaggia-Meteoweek.com

Si tratta di mere ipotesi, e per scoprire la verità, la Procura di Latina ha aperto un’indagine. Oggi il pm Marco Giancristofaro affiderà l’incarico di eseguire l’autopsia a Cristina Setacci. Si tratta del primo giallo del 2021, di cui non si sa assolutamente niente. “Non è stato possibile stabilire neppure il sesso dei resti ritrovati”, dice il capo della Squadra Mobile di Latina, Giuseppe Pontecorvo, e non sappiamo neanche per quanto tempo il cadavere sia rimasto in acqua”.

Leggi anche:—>Bassetti denuncia: “Insultato e deriso per il vaccino da no vax e gente ignorante che non meriterebbe di stare sui social”

Dai primi accertamenti non vi sarebbero persone scomparse negli ultimi giorni nella zona di Latina. Ora si sta indagando anche in altre aree, anche più lontane se sarà necessario. “Potrebbe trattarsi di un profugo portato dal mare fino alle coste del Lazio”, dice uno degli investigatori, ma sono sempre solo supposizioni.