Bitcoin fa boom, mercato criptovalute sale vertiginosamente

Bitcoin fa boom, mercato criptovalute sale vertiginosamente. Mercato balza a 750 miliardi di dollari, solo il Bitcoin vale 500 miliardi

criptovalute(Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

 

È boom di criptovalute, con volumi saliti in maniera esponenziale e lo stesso vale per i prezzi . Rispetto a 3 anni fa, la capitalizzazione delle criptovalute è balzata a 750 miliardi di dollari, con il solo Bitcoin che ha un valore di 500 miliardi. “Il mondo delle cripto”, dice Federico Izzi, analista finanziario, “oramai ha raggiunto quasi quota 8mila, ma quelle di riferimento sono una ventina al massimo, a partire dal Bitcoin. Sono quelle che muovono più volumi. Tra le altcoin, ovvero le divise alternative al Bitcoin, svetta sicuramente Ethereum, seconda per capitalizzazione. Quest’ultima ha messo in campo per prima un progetto originale basato su smart contract”.

Il Bitcoin è utile per i pagamenti digitali alla pari mentre Ethereum per gli smart contract. Molto usata anche Ripple come criptovaluta anche se i valori sono un po’ scesi nelle ultime settimane. Izzi sostiene che si tratti di “un balzo poi rientrato, dovuto all’annuncio del fondatore relativo alla riduzione dei token (gettone digitale, ndr) Xrp in circolazione. L’aspettativa di una minore offerta in circolazione ha fatto balzare i prezzi. Negli ultimi giorni la Sec ha invece annunciato un’indagine per l’emissione dei token di Ripple con una raccolta fondi iniziata nel 2013 e tutt’ora in corso, ravvedendo in questa un’operazione simile ad una vera e propria quotazione di titoli“.

Leggi anche:—>Violata troppe volte quarantena: Comune installa nuovo sistema di telecamere per controllo targhe

Infine ci sono le stablecoin, come spiega ancora Izzi:”Il caso più importante è quello di Tether che, ad oggi, capitalizza oltre 20 miliardi di dollari e scambia giornalmente il 95% di tutto il mercato delle stablecoin. È un fenomeno che viene attentamente monitorato dalle banche centrali perché se Tether ha un problema può causare ricadute sul dollaro a cui è ancorato. Per un cittadino venezuelano o argentino, o nazioni dove il controllo governativo è rigido, è il modo migliore per trasferire e detenere dollari, senza rischi di blocchi ad esempio. Attualmente per Tether e la società controllante iFinex è in corso un procedimento legale a New York. Tra le stablecoin ultimamente è molto in voga Usdcoin. Ha sede negli Usa e quindi ha la garanzia del regolatore statunitense. Interessante anche Dai, una stablecoin con valore ancorato al dollaro statunitense ma un sottostante multi-collateralizzato a criptovalute”.