La maestra negazionista perde il lavoro: non usava mascherina

Non è un caso isolato considerando che recentemente ci sono stati provvedimenti  disciplinari degli ordini professionali anche a carico di medici, infermieri e farmacisti ma Sabrina Pattarello, la maestra ‘no mask’, ha perso il lavoro.

Maestra no mask Treviso
Sabrina Pattarello, la maestra messa sotto inchiesta a Treviso (Foto profilo personale Facebook)

Maestra no mask

A ufficializzarlo la sua dirigente scolastica, Lorella Zauli, che questa mattina, ad alcuni giornalisti che le chiedevano informazioni ha riguardo ha detto che quella di ieri è stata l’ultima giornata di lavoro della maestra Sabrina: “Il suo contratto è stato risolto, mercoledì 13 è stato l’ultimo giorno della docente”.

Poche parole che chiudono una polemica dirompente che aveva avuto al centro dell’attenzione la scola elementare “Giovanni XXIII” di Treviso. Sabrina Pattarello aveva iniziato a lavorare con un contratto speciale anti-Covid ma l’avevano subito ribattezzata ‘maestra no mask’ perché non indossava alcuna maschera davanti ai bambini. Cui rispondeva che il Covid non esisteva: ed era un’invenzione.

LEGGI ANCHE > Da pianista a rider causa Covid: Adriano Urso è morto d’infarto a 40 anni mentre lavorava

Negazionismi

Una posizione negazionista che i bambini hanno riportato ai genitori e che evidentemente alle famiglie non è piaciuta. Considerando che la zona di Treviso è stata molto colpita dal Covid: quasi 1200 morti.

Il provvedimento risponde a una informativa arrivata direttamente dal ministero della pubblica istruzione… “chi non indossa correttamente i presidi anti-Covid e fa disinformazione tra gli studenti di qualsiasi ordine e grado non può sedere in cattedra”.

La questione finirà adesso in tribunale: ieri Sabrina Pattarello è passata in istituto a ritirare i suoi effetti personali e sa che non potrà rientrare in aula. Ma ha presentato in ricorso ai sindacati e dunque si appellerà al tribunale del lavoro.

LEGGI ANCHE > Negazionista scatta foto e video negli ospedali: ‘Covid non esiste’. Critiche sui social, polizia la multa

In tribunale

La questione si è trascinata per quasi un mese. Già dal 14 dicembre scorso i genitori della “Giovanni XXIII” avevano chiesto chiarimenti circa il comportamento di una docente che non indossava la mascherina e chiedeva ai suoi studenti di fare altrettanto. La stessa Sabrina Pattarello era diventata popolare quando era comparsa personalmente in un servizio della trasmissione televisiva ‘Piazza Pulita’ dicendo “il virus non esiste”.

L’11 gennaio, alla ripresa delle lezioni, la ‘maestra no mask’ era regolarmente al suo posto. Nuove proteste da parte degli studenti. Sabrina Pattarello in un primo momento sembrava essere stata spostata a mansioni di supporto, fuori dal corpo docente, ma dopo un chiarimento con il ministero, a quanto pare il suo contratto è stato definitivamente risolto.