India, a milioni in massa per il Kumbh Mela: protocolli Covid ignorati

Si sono ammassati a milioni per festeggiare il Kumbh Mela convinti che le divinità li proteggeranno dal contagio, accade in India

India Kumbh Mela
Si teme l’arrivo di milioni di persone ad Hardiwar in India per il Kumbh Mela (Getty Images)

Si parla di non meno di tre milioni di persone mobilitate per festeggiare il Kumbh Mela, una delle ricorrenze più sacre del mondo indiano.

India, celebrazioni per tre milioni

Il Kumbh Mela è iniziato ieri e ha un rituale antichissimo. Si attendono oltre tre milioni di persone, almeno 800mila sono già arrivate a destinazione, nei pressi di Hardiwar, nell’Uttarkahnd. Le comunicazioni da parte dell’autorità e del governo indiano sono state incessanti nel tentativo di limitare i rischi di un contagio. Sono anche state approntate strutture d’emergenza per assistere le persone colpite dal Covid. Ma in tutto questo si teme un drammatico super-focolaio. Si tratta del più grande assembramento di persone dopo la pandemia e i timori sono più che giustificati. I pellegrini dal canto loro sono assolutamente certi di non correre alcun rischio e che le divinità, invocate con canti e balli, li proteggeranno dal contagio.

LEGGI ANCHE > Covid, l’Unione Europea apre al passaporto i vaccinati

Il Maha Kumbh Mela

Al Maha Kumbh Mela di Allahabad nel 2001 parteciparono 60 milioni di persone, e a quello del 2013 addirittura 100 milioni. Le presenze di quest’anno dovrebbero essere molto meno numerosi: ma si teme l’arrivo di non meno di 40 milioni di persone tre milioni dei quali sono già in viaggio.

I portavoce della comunità reagiscono alla preoccupazione del governo di Dehli con assoluta tranquillità: “L’India non è l’Europa – dice Sanjay Sharma, un indù cinquantenne – noi da un punto di vista di immunità siamo più forti di voi. Ed è triste che quest’anno arriverà meno gente solo a causa di uno starnuto e di un colpo di tosse. La verità più grande sulla Terra è la morte. Quindi perché vivere nella paura?”

LEGGI ANCHE > Coronavirus, aumentano i bimbi guariti ma anche le conseguenze più gravi

India Kumbh Mela
Hardiwar, migliaia di fedeli in attesa di purificarsi nel Gange (Getty Images)

Vaccini per 300 milioni

Il Kumbh Mela si riferisce al mito del dio Vishnu che volando via con un vaso pieno di amrita, l’acqua della vita eterna, ne fece cadere quattro gocce, in ognuna delle quattro città dove ogni tre anni si tiene, a turno, la Kumbh Mela. Quest’anno tocca a Hardiwar. É qui che a milioni si immergeranno nel Gange, il fiume sacro, e questo accadrà con congiunzione astrale giusta. Per riacquistare ridona forza ed energia, e chiedere a Vishnu fortuna, successo e felicità. Oggi intanto in India prende il via la più grande vaccinazione di massa al mondo: l’obiettivo è quello di vaccinare non meno di 300 milioni di persone entro agosto.