Treviso, rapinavano anziani con violente aggressioni: tre arresti

I carabinieri di Treviso hanno sgominato una banda che da tempo terrorizzava gli anziani della provincia con violente rapine

Carabinieri Treviso
Tre arresti per rapine violente in Veneto da parte dei Carabinieri (Foto Carabinieri)

Sceglievano con cura le loro vittime, studiandoli, cercando di capire le loro abitudini e colpendo solo quando erano sicuri di poter trarre il massimo profitto.

Treviso, rapine per strada

Tre persone, due donne e un uomo, sono state arrestate dai Carabinieri di Treviso dopo una lunga indagine che cercava di far fronte a tutta una serie di rapine avvenute in Veneto a carico di persone particolarmente anziane.

Quella delle rapine, non solo per strada ma anche nelle abitazioni, una delle piaghe sociali più drammatiche di questi ultimi mesi condizionati dalla pandemia e dal Covid. Sono migliaia, in tutta Italia ma soprattutto al Nord, le denunce di persone, in particolare anziani, che vengono avvicinati per strada o nel loro stesso appartamento con una scusa qualsiasi e derubate. Spesso anche con la violenza.

LEGGI ANCHE > Entra per fare una rapina in posta ma si fa cogliere da indecisione

Una vittima, tre arresti

Purtroppo uno di questi episodi avvenuti in Veneto si è trasformato in tragedia. Una delle vittime, un uomo di 84 anni, ricoverato a causa delle ferite e delle lesioni riportate, è deceduto dopo qualche tempo in ospedale. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa più tardi. Secondo quanto anticipato,  la banda approcciava le vittime per strada, con la cosiddetta “tecnica dell’abbraccio”. Si trattava di avvicinare l’anziano fingendo di essere un parente, una persona conosciuta abbracciandolo o strattonandolo. Il tutto nel tentativo di strappargli di dosso gioielli o il portafogli. Una tecnica in uso non soltanto in Italia ma anche all’estero. Tant’è che gli investigatori dell’Arma si sono avvalse di numerose collaborazioni estendendo la propria ricerca anche in ambito internazionale.

A Treviso, poco prima di Natale, erano stati effettuati alcuni arresti nell’ambito di altre isolate indagini. In manette un uomo che aveva tentato una rapina ai danni dell’uomo sbagliato: un militare della Guardia di Finanza in pensione che non si è lasciato ingannare e ha contribuito al suo fermo.