Giovanni Finotello, ucciso a martellate dal figlio durante una lite

Giovanni Finotello di 57 anni è stato ucciso a martellate dal figlio. Il fatto è accaduto a Porto Viro, nel rodigino.

Ucciso a martellate durante una lite – Meteoweek

L’omicidio è avvenuto nel corso di una lite in famiglia. La vittima è stata colpita più volte alla testa e al busto con un martello. L’uomo, inizialmente ricoverato, è morto in ospedale. L’indagine è condotta dai carabinieri.

LEGGI ANCHE: In gita in montagna, scivola in un burrone: Paolo lancia l’allerta ma viene ritrovato morto

Arrestato il figlio

È stato arrestato, con l’accusa di omicidio, Gabriele Finotello, il giovane 30enne accusato di aver ucciso il padre Giovanni (57) a martellate. È stato condotto in carcere a Rovigo. Il provvedimento è stato deciso dopo l’interrogatorio tenutosi nella caserma dei Carabinieri, alla presenza del pm Andrea Bigiarini. L’arma del delitto è stata sequestrata, e la dinamica dell’aggressione mortale sarebbe stata già ricostruita. Dopo aver colpito il padre – deceduto succesivamente in ospedale – il 30enne, capita la gravità delle ferite inferte al genitore, ha chiamato i soccorsi. L’indagato lavora come operatore socio sanitario agli Istituti Polesani di Ficarolo (Rovigo), casa di riposo che ospita persone affette da disabilità psichica.