Benamati (Pd): “Il Centrosinistra pensi al modello Bonaccini per le alleanze” [VIDEO]

Il deputato dem analizza la nuova segreteria di Enrico Letta e fa il punto sulle alleanze in vista delle amministrative.

Gianluca Benamati deputato PD

Le dimissioni di Nicola Zingaretti sono state un trauma ma anche un traino indotto da un persistente correntismo interno che ne stava affannando l’azione. Spero che la prima differenza della gestione del nuovo segretario Enrico Letta stia in un comportamento meno divisivo“, questo il commento di Gianluca Benamati sulla crisi attraversata dal Partito Democratico in una intervista per MeteoWeek.

LEGGI ANCHE: Simona Suriano, espulsa dal M5S a Meteoweek: “Le regole vengono applicate per alcuni, per altri non valgono”[VIDEO]

Mi immagino che Letta mette al centro della sua azione di riconnessione forte con il paese, così come sottolineato nel suo discorso. Siamo un partito che è sempre pronto a farsi carico delle necessità del paese, un elemento che forse in questo ultimo periodo ci è sfuggito, – continua Benamati -. Ci siamo troppo immersi nel nostro dibattito interno, la cifra di Letta che ha fatto un discorso di estrema concretezza

A proposito di continuità, Letta proseguirà l’alleanza con i 5 Stelle almeno sul piano nazionale. “Il Pd è baricentro di un forte Centrosinistra, la discussione col M5S ci sarà così come fatto con Conte in ottica di una coalizione larga che sia competitivo con le destre per le elezioni politiche che probabilmente si terranno nel 2023“.

Leggi anche: Sut (M5S) a Meteoweek: “Prima si criticava il Reddito di Cittadinanza, ora tutti voglio potenziarlo” [VIDEO]

Il dubbio però rimane in ottica amministrative, soprattutto quelle a breve scadenza. “Questo è un modello che si deve intersecare con le realtà locali come Bologna. In Emilia abbiamo avuto il modello Bonaccini che ha considerato la sinistra di governo e le forze più moderato come Azione e Italia Viva e aveva iniziato un rapporto, poi non sfociato positivamente, con i 5 Stelle. Penso che quello possa essere il modello anche per le amministrative di Bologna