Muore per Covid a 48 anni: solo qualche giorno prima, Pietro aveva scritto di sentirsi meglio

Muore per Covid a 48 anni: solo qualche giorno prima, Pietro aveva scritto di sentirsi meglio. Era un giornalista e scrittore noto in Campania 

Pietro Nardiello-Meteoweek.com

È morto a 48 anni per via di complicazioni da Coronavirus Pietro Nardiello, giornalista e scrittore noto in Campania. L’uomo sembrava essere migliorato dopo che lo avevano tolto dalla ventilazione assistita. Lui stesso aveva scritto di sentirsi meglio sul suo profilo Facebook, dicendo di avere meno ossigeno e che era seduto su una poltrona.

Sfortunatamente, però, è improvvisamente peggiorato ed è morto al Covid Center di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), proprio a pochi giorni di distanza dal post in cui aveva dato speranza di migliorare. L’uomo si era ammalato ai primi di aprile, poi le sue condizioni sono peggiorate e il 19 è finito in ospedale.

Pietro Nardiello-Meteoweek.com

Nardiello aveva collaborato come giornalista con parecchie testate locali e nazionali e nel 2010 aveva vinto con l’antologia “Strozzateci tutti” il premio giornalistico “Paolo Giuntella”.

Leggi anche:—>Scuola, in un istituto appare cartello: «Divieto di tacchi»

In radio aveva una trasmissione intitolata “Tre Parole Fuori dal Vulcano”, in onda su Radio Rai, e aveva collaborato in passato come organizzatore di eventi con il Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri.