Attacchi contro centri di vaccinazione in Afghanistan: uccisi 4 operatori

In Afghanistan tre attacchi questa mattina hanno colpito alcuni centri di vaccinazione contro la poliomielite nella provincia di Nangarhar, nell’est del Paese. Gli uomini armati hanno ucciso quattro operatori sanitari che si stavano occupando della somministrazione delle dosi alla popolazione. I colpi non sarebbero ancora stati rivendicati.

Afghanistan
Il conflitto in Afghanistan non sembra essere destinato a placarsi – meteoweek.com

Quattro operatori sanitari sono stati uccisi in Afghanistan mentre stavano portando avanti la campagna di vaccinazione contro la poliomelite. Altri tre sarebbero rimasti feriti. I tre attacchi sono stati sferrati da uomini armati nella provincia di Nangarhar, nell’est del Paese. Quest’ultimo è, insieme al vicino Pakistan, l’unico al mondo in cui la malattia è ancora endemica. Il conflitto ancora in corso, che non sembra destinato a placarsi nel breve periodo, non contribuisce nel tentativo di debellare definitivamente il problema. Gli attacchi odierni hanno ulteriormente aggravato la situazione.

LEGGI ANCHE -> Tajani frena Salvini: “Federazione centrodestra? Fretta cattiva consigliera”

I colpi, che sarebbero avvenuti a Jalalabad, non sono stati per il momento rivendicati. A marzo scorso, tuttavia, era stata la cellula locale dell’Isis a rivendicare un attacco nel medesimo luogo, che ha provocato la morte di tre operatrici impegnate nella campagna di vaccinazioni contro la poliomielite.