Attentato kamikaze durante la preghiera del venerdì in Afghanistan: decine tra morti e feriti

Attentato kamikaze durante la preghiera del venerdì a Kunduz, in Afghanistan. Sono almeno cento i morti e 107 i feriti.

Il fatto è accaduto in una moschea sciita. Questo secondo quanto riferito dai talebani. L’esplosione è avvenuta in una città del nord del Paese. Il bilancio delle vittime, fornito da fonti ospedaliere, risulta ancora provvisorio.

Il portavoce dei Talebani ha confermato su Twitter che ”molti nostri compatrioti sciiti sono stati martirizzati e feriti nell’esplosione”, senza precisare il numero delle vittime.

LEGGI ANCHE > La Polonia vuole la supremazia legislativa sull’Ue. E’ tempo di una Polexit?

“Questo pomeriggio è avvenuta un’esplosione in una moschea dei nostri compatrioti sciiti a seguito della quale alcuni nostri connazionali sono stati martirizzati e feriti”. Lo ha scritto su Twitter il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid, aggiungendo che un’unità speciale è stata inviata sulla scena dell’attentato per poter indagare.