Truffa specchietto rotto: arrestati due uomini che si aggiravano per le vie del centro

Ascolta l'audio-articolo

Due uomini si aggiravano nel traffico per cercare nuove vittime da truffare. Ecco come si comportavano

La polizia ha messo le manette ieri pomeriggio, 23 marzo, a Milano, a due uomini di 44 e 55 anni che da tempo agivano mettendo in atto la truffa dello specchietto rotto.

Specchietto rotto-meteoweek.com

I poliziotti, dopo aver studiato le mosse dei due arrestati, hanno constatato come si recassero nelle vie del centro milanese, in cerca di potenziali vittime da truffare.

L’inganno consisteva nell’andare in giro con un’auto nel traffico, cercare una vittima da imbrogliare, e fingere un incidente stradale con danneggiamento dello specchietto retrovisore. Le modalità di truffa erano le seguenti: dapprima chiedevano che fossero coinvolte le assicurazioni, poi chiedevano dei soldi per farsi risarcire immediatamente e chiudere in modo bonario la questione.

Nell’ultima truffa perpetrata, i due avevano seguito la vittima al bancomat per farsi consegnare 200 euro che poi hanno occultato nell’auto.

I due uomini avevavo dei precedenti e la polizia li conosceva già proprio per la truffa dello specchietto, che già diverse volte avevano montato. Il 44ene era già sottoposto a obbligo di firma poiché in passato era stato responsabile di parecchie truffe.