Macron è stato rieletto, ma la sua è una vittoria zoppicante [VIDEO]

Emmanuel Macron è stato rieletto, ma la sua è una vittoria zoppicante. Macron ha registrato una vittoria netta contro Marine Le Pen, eppure dall’analisi dei voti ottenuti da entrambi emerge anche un’altra lettura dei risultati elettorali. “Nessuna sconfitta, anzi una forma di speranza. Con il 43 per cento dei voti il mio risultato è una vittoria eclatante”, ha detto domenica sera la candidata dell’estrema destra francese, di fronte ai risultati del ballottaggio che ha visto trionfare il presidente uscente, Emmanuel Macron.

Al secondo turno l’europeista ha collezionato poco più del 57 per cento di preferenze, ma i risultati non sono stati così rosei come sembrerebbero per i vincitori e forse Le Pen non ha tutti i torti a definire la sua corsa per l’Eliseo una vittoria.

macron le pen 20220426 meteoweek.com
Macron è stato rieletto, ma la sua è una vittoria zoppicante [VIDEO] – www.meteoweek.com
L’estrema destra può infatti parlare di un vero e proprio record avendo superato i 13 milioni di voti. Un risultato mai raggiunto nel corso della Quinta repubblica, ovvero dal 1958. In più, nel suo primo ballottaggio contro Macron, cinque anni fa, Le Pen vinse solo in due dipartimenti. Quest’anno ne ha conquistati 30.

Per analizzare il trionfo di Macron invece va tenuto conto che, sempre negli ultimi 64 anni, solo una volta – nel 1969 – Georges Pompidou fu eletto con un risultato peggiore di quello ottenuto dall’europeista. Entrambi sono stati penalizzati da un’alta astensione degli aventi diritto al voto.

In quest’ultimo turno, il tasso è arrivato al 28 per cento, pari a tredici milioni e seicentomila elettori che non si sono presentati alle urne. Sebbene la vittoria del repubblicano sia stata netta sulla rappresentante dell’estrema destra francese, dunque, dai risultati elettorali emergono anche altri spunti di analisi.

Elementi che partono, ad esempio, dal confronto dei voti ottenuti dai candidati nel ballottaggio del 2017 e in quello del 2022. Nel corso di cinque anni, Le Pen è passata da 10 milioni e 600 mila voti a 13 milioni e 200 mila, ottenendo un aumento di 2 milioni e 600 mila preferenze. Al contrario, Macron, ha perso 2 milioni di elettori tra il 2017 e il 2022. Un calo dei consensi su cui riflettere, durante i prossimi cinque anni di mandato.