Mino Raiola l’impatto della sua morte sulla sua scuderia: cosa accadrà al suo impero

Mino Raiola è stato capace di creare un vero e proprio impero all’interno del mondo calcistico grazie all’aiuto di pochi ma fidati collaboratori. Ecco cosa potrebbe accadere ora alla sua scuderia.

Il procuratore è scomparso ieri all’età di 54 anni dopo una lunga battaglia contro la malattia.

Immagine di repertorio – MeteoWeek

Sono stati molti i messaggi per il procuratore da parte dei sui giocatori dopo la notizia della sua scomparsa. La domanda che tutti si pongono ora è: cosà succederà alla sua scuderia? Mino Raiola è il classico esempio di “self-made-man” grazie alla sua lungimiranza e le sue abilità ha creato da se la propria fortuna, assicurando alla propria scuderia dei giocatori sempre più promettenti e forti. La sua storia parte dalla sede di Montecarlo che col tempo si è estesa attraversando l’Irlanda e Inghilterra. Sotto la sua gestione c’erano molte altre aziende come Best Kick Sport Limited, la Uuniqq, la Sportman e la Blue Brands Limited.

Come verrà gestita la sua eredità?

Un personaggio chiave nell’ultimo periodo per Mino è stata Rafaela Pimenta ex docente di diritto internazionale all’Università di San Paolo che si è occupata della gestione legale dei calciatori.

Immagine di repertorio – MeteoWeek

Anche suo cugino, Vincenzo Raiola è una figura estremamente importante. Vincenzo si è concentrato soprattutto sul mercato italiano e negli ultimi tempi, con la malattia di Mino che si faceva sempre piu’ feroce, ha dovuto affrontare le questioni piu’ spinose, come quella di pochi giorni fa quando è stato a  Torino, per incontrare la Juventus e parlare di de Ligt e Pellegrini.

Ora sono quindi Vincenzo Raiola e Rafaela Pimenta a guidare la squadra creata da Mino, l’impero  continuerà ad andare avanti. Non sarà semplice senza il comandante e le sue doti naturali di empatia e feeling che gli hanno permesso di creare dei forti legami con i suoi assistiti, ma la volontà di continuare a far crescere il lavoro del “re dei procuratori” sarà uno stimolo importante.