Elezioni Como, Doha Zaghi mistress sadomaso: Calenda fa retromarcia su sua candidatura:«Non la conoscevo…»

Doha Zaghi, 31 anni, meglio nota come Lady Demonique, mistress e performer era in lizza con Azione a supporto della candidata di centrosinistra Barbara Minghetti alle comunali di Como

La mistress sadomaso Doha Zaghi, 31 anni, “imprenditrice digitale e performer“, come si legge vicino al suo nominativo sull’Agenda Como 2030, ha deciso di candidarsi come aspirante consigliera alle amministrative a Como per supportare l’aspirante sindaco di centrosinistra, Barbara Minghetti.

Doha Zaghi-Calenda-meteoweek.com

La lista con cui è in lizza Zaghi, comprende Italia Viva, Azione, +Europa e Volt. La sua candidatura ha però fatto scoppiare un caso. «Il mio arrivo in politica? Atteso come le ferie d’agosto», scrive la donna sui social, dove esorta i fan a «spaccare la pagina di like e segui». «Anche se non vi piace la politica, vi piaccio io eddaje, supporto alla Queen», ha proseguito.

Lo scalpore che questa candidatura ha provocato, è giunto a Carlo Calenda, che sembrerebbe non aver gradito, anche se lo scorso 31 marzo, nell’incontro elettorale a Como a sostegno di Minghetti e la lista aveva incontrato anche i candidati, inclusa Zaghi. Il leader di Azione ha ricevuto una pioggia di domande e richieste di delucidazioni in merito.

Nelle ultime ore, Calenda ha scritto un tweet che fa ipotizzare una retromarcia:«Ragazzi, scherzi a parte, come ovvio non conoscevo i trascorsi della signora in questione. Se si trattasse di fatti privati nulla questio, ma direi che non ci sono i presupposti perché sia una candidata di Azione. Domani me ne occuperò».

La donna aveva detto in precedenza, alla Provincia di Como:«Mi sono sempre interessata di politica, già dal liceo ho mosso i primi passi. Poi ho smesso perché non c’era nessuno nel quale potessi riconoscermi. Ora c’è Carlo Calenda con Azione, l’unico partito al quale mi sento davvero affine. È un partito liberista ed europeista».