L’Ucraina entrerà presto nell’Ue. La replica di Zelensky alle parole di Putin

L’iter per l’ingresso del Paese nell’Unione europea potrebbe concludersi a breve e sarebbe una grave sconfitta politica per Putin. Intanto Zelensky attacca duramente il capo del Cremlino. 

L’Unione europea potrebbe annunciare presto l’adesione ufficiale dell’Ucraina all’Ue. Nella giornata di oggi il governo ucraino ha completato l’ultima parte del questionario per richiedere lo status di candidato e la particolare condizione in cui si trova il Paese dopo l’invasione russa potrebbero accelerare il processo.

La Commissione europea darà il suo ok dopo le verifiche previste entro il mese di giugno. Il passaggio è ben accolto da Ursula Von der Leyen. “Il punto è che ci avete detto dove volete che questa Europa vada. E ora sta a noi prendere la via più diretta – ha detto la presidente della Commissione durante il suo discorso a Strasburgo in occasione della Conferenza sul futuro dell’Europa. Utilizzando tutti i limiti di ciò che possiamo fare all’interno dei trattati e, sì, modificando i trattati dove necessario. E accolgo con favore il fatto che per la prima volta in assoluto il Parlamento europeo sia pronto a usare i suoi poteri per proporre una convenzione. Lavoriamo su tutto questo insieme. Senza tabù. Nessuna linea rossa ideologica. Realizziamo il qui e ora“.

LE GIUSTIFICAZIONI DI PUTIN SULLA GUERRA

Proprio questa mattina Vladimir Putin aveva tenuto un discorso alla Festa della Vittoria, il giorno in cui la Russia ricorda la vittoria sulla Germania nella Seconda guerra mondiale. Il leader russo ha giustificato l’invasione dell’Ucraina affermando che “l’Occidente stava preparando l’invasione della Russia“. L’eventuale ingresso dell’Ucraina nell’Ue è una grave sconfitta politica per il capo del Cremlino. Se da un lato voleva espandere i confini del suo Paese ritenendo l’Ucraina suo territorio, dall’altra l’alleanza politica delle nazioni che fanno parte dell’Ue potrebbero aumentare il sostegno militare contro l’invasione.

LA REPLICA DI ZELENSKY

Durissima la replica di Volodomyr Zelensky a Putin. Il presidente ucraino prima ringrazia per “i per i chiari segnali di sostegno” da parte dell’Unione Europea e poi afferma: “Solo un pazzo può sperare di ripetere 2194 giorni di guerra della Seconda guerra mondiale. Colui che sta ripetendo oggi gli orribili crimini del regime di Hitler, seguendo la filosofia dei nazisti e replicando tutto quello che hanno fatto. È condannato. Perché è stato maledetto da milioni di antenati quando ha cominciato ad imitare il loro assassino. E allora perderà tutto. Abbiamo vinto allora, vinceremo ora

E ancora: “Stiamo lottando per la libertà dei nostri figli e quindi vinceremo. Non dimenticheremo mai cosa fecero i nostri antenati durante la seconda guerra mondiale, che uccise più di otto milioni di ucraini. Molto presto ci saranno due giornate della vittoria in Ucraina. E qualcuno non ne avrà. Abbiamo vinto allora. Vinceremo ora. E Khreshchatyk (una delle strade principali di Kiev, ndr) vedrà la parata della vittoria: la vittoria dell’Ucraina! Buona vittoria nel giorno della vittoria sul nazismo“.