Crollo verticale nel mondo delle criptovalute, alcune si azzerano, utenti nel panico

E’ senza precedenti quello che sta accadendo nel mondo delle criptovalute e molti sostengono che sia la fine per questo variopinto quanto evanescente mondo di investimenti.

Alcune popolarissime criptovalute sono andate a finire letteralmente a zero. Parliamo di Terra LUNA e UST. Si tratta di quelle che in gergo vengono chiamate stablecoin, vale a dire delle criptovalute che dovrebbero avere un valore più stabile perché ancorato a qualcos’altro.

Pixabay

Attorno a queste due criptovalute si è scatenato un vero e proprio fuggi-fuggi e i valori sono crollati praticamente a zero.

Panico tra gli utenti

La popolare piattaforma per lo scambio delle criptovalute Binance ha deciso quindi di chiudere le contrattazioni su queste due valute virtuali.

Pixabay

Nel mondo delle criptovalute questo ha generato un vero e proprio panico e molti sostengono che la fiducia nelle valute virtuali a questo punto sia irrimediabilmente compromessa. Anche perché in realtà sono tutte le criptovalute ad essere protagoniste di crolli veramente spaventosi. Bitcoin per esempio ha perso più del 50% del suo valore arrivando a scendere sotto ai 30.000 dollari.

Bitcoin a 25.000 dollari

Nella giornata di giovedì Bitcoin era arrivato a valere addirittura $25000. A questo punto risulta evidente un vero e proprio strappo tra il mondo degli appassionati delle criptovalute e quello degli investitori per così dire generici. Dopo aver visto valute importanti azzerarsi nell’arco di pochi giorni e dopo aver visto la regina delle criptovalute che si dimezza di valore moltissimi investitori generici hanno deciso di chiudere definitivamente i ponti con il mondo delle criptovalute e di non prenderle più seriamente in considerazione.

Gli atteggiamenti sono molto diversi

Per molti investitori non si può seriamente puntare su qualcosa di così evanescente e che si può azzerare letteralmente in un pugno di ore. Per gli appassionati delle criptovalute il discorso è completamente diverso. Gli appassionati di criptovalute continuano a sostenere che su questo particolarissimo investimento si possa continuare a puntare ed anzi ritengono che l’estrema debolezza registrata attualmente dal Bitcoin sia una buona opportunità di ingresso a prezzi bassi.

I regolatori non amano questa volatilità

La questione delle criptovalute però diventa sempre più calda perché le autorità che regolamentano il mercato sono sempre più nervose e più divise su come trattare questo particolare genere d’investimento. Il rischio è che se le criptovalute dovessero diffondersi troppo, crolli di questo genere potrebbero arrivare a nuocere anche al mercato borsistico nel complesso. È difficile sostenere oggi che quello che sta succedendo metterà la parola fine al mondo delle criptovalute, però sicuramente rappresenta un forte elemento di riflessione per tanti investitori che non essendo preparati al forte rischio e all’estrema volatilità di queste monete, sicuramente adesso ci penseranno due volte prima di investirci.