Finale Champions League, 68 arresti per scontri e disordini fuori da stadio

La Finale di Champions League ha visto affrontarsi Liverpool e Real Madrid, con quest’ultima vincitrice dell’ambita coppa, ma anche scontri fuori dallo Stade de France

Scontri e disordini ieri sera fuori dallo Stade de France per la gara di Champions League tra Liverpool e Real Madrid dove quest’ultima si è aggiudicata l’ambita coppa, per la 14esima volta. A causa degli scontri fuori dallo stadio, ci sono stati 68 arresti e 238 feriti. Da quanto ha fatto sapere la polizia locale, «un numero di tifosi senza biglietto aveva ottenuto falsi biglietti e aveva ostacolato l’accesso allo Stade de France».

Champions League scontri-meteoweek.com

Prima che cominciasse la gara, un gran numero di tifosi che non avevano il biglietto per vedere il match o che avevano biglietti contraffatti, hanno bloccato l’accesso allo stadio parigino, facendo pressione per fare ingresso nel recinto, ritardando, dunque, l’accesso di quei tifosi muniti regolarmente di biglietto.

Approfittando dell’accaduto, alcuni sono riusciti a entrare. «Il rapido intervento della polizia ha permesso il ritorno alla calma e l’evacuazione dei perturbatori fuori dal piazzale dello Stade de France. La dispersione degli spettatori è avvenuta senza difficoltà e non si sono verificati incidenti di rilievo nelle due fan zone», conclude la polizia in una nota.