Molestie sessuali sul treno di ritorno da Gardaland: shock per 6 amiche adolescenti

Molestie sessuali sul treno di ritorno da Gardaland: shock per 6 amiche adolescenti. Il racconto e la rabbia della madre di una delle vittime: “Fino a che punto bisogna arrivare prima di intervenire?”.

Ennesimo caso di molestie sessuali, quello verificatosi qualche giorno fa e perpetrato ai danni di alcune adolescenti. La denuncia arriva direttamente dalla madre di una delle vittime, che ha raccontato ciò che hanno vissuto la figlia e le sue amiche durante un loro ultimo viaggio in treno.

molestie sessuali Gardaland - meteoweek 20220604
molestie sessuali durante il rientro da Gardaland, vittime 6 adolescenti (foto di repertorio) – meteoweek.com

Le ragazzine, di circa 16 anni, stavano tornando da una giornata a Gardaland, e stavano viaggiando sul convoglio che le avrebbe riportate a casa. Un viaggio, il loro, che è però diventato un incubo. Circondate da un gruppo di ragazzi di origine nordafricana, sono state costrette a subire palpeggiamenti e molestie.

“Fino a che punto bisogna arrivare prima di intervenire?”

“Mia figlia di 16 anni oggi si è recata a Gardaland con le sue amiche e salite sul treno per il rientro verso Milano sono state accerchiate, palpeggiate, molestate da alcuni soggetti. Non riuscivano a scendere dal treno perché ammassati”. Inizia con queste parole la lettera della madre di una delle giovani vittime, tutte minorenni.

Lettera che poi prosegue: “Sono riuscite a scendere a Desenzano del Garda, sotto shock, in lacrime e noi genitori siamo andati a recuperarle. Ora mi chiedo, ma è possibile che ancora avvengano fatti del genere? Poi leggo di baby gang che si sono ritrovate oggi e provenienti tutte da Milano”. Fino a che il genitore, arrabbiato per questo episodio del tutto inaccettabile, si domanda: “Ma cosa aspettano ad intervenire prendendo seri provvedimenti, fino a che punto bisogna arrivare?”.

Le amiche hanno tutte sui 16 e i 17 anni. Sono sei ragazzine di Milano e Pavia, che in data 2 giugno, dopo essere salite alla stazione di Peschiera del Garda, sono state costrette a subire degli interminabili, orribili minuti di molestie sessuali, perpetrati da un gruppo di giovani, per la maggior parte nordafricani.

Come spiegato da Il Corriere del Veneto, le ragazze non sono riuscite a difendersi mentre subivano violenza. Terrorizzate, paralizzate, bloccate dal fatto che oltre alle molestie potessero arrivare anche le botte – o peggio ancora, le armi – le adolescenti non hanno trovato il coraggio di allertare le forze dell’ordine. La segnalazione, però, è invece arrivata ai loro genitori, che si sono immediatamente mossi per avvisare il 112. Del gruppo di molestatori, però, ormai nessuna traccia. Le ragazzine, che sono state soccorse da un ragazzo che le ha fatte scendere alla fermata di Desenzano, hanno tuttavia presentato denuncia alla Polfer della stazione Centrale di Milano, il giorno dopo il terribile episodio.