Le multinazionali estraggono petrolio in Italia ed in cambio azzerano il costo del gas a tanti Italiani

Un accordo senza precedenti che permetterà a tanti italiani di non pagare più la componente gas.

Si tratta di un vero e proprio scambio tra grandi compagnie petrolifere che estraggono in Italia e cittadini.

Pixabay

Vediamo questo accordo senza precedenti e chi potrà non pagare il gas d’ora in poi. In questo periodo il costo del gas e dell’energia elettrica è veramente altissimo. Tantissime famiglie hanno realmente difficoltà a pagare le utenze di luce e gas.

Gas gratis: l’accordo innovativo che rende felici tanti italiani

Il Governo è intervenuto con il bonus sociali ma questi si sono dimostrati inadeguati. Anche perché i bonus sociali riguardano soltanto le famiglie con un ISEE entro i €12000.

Pixabay

Per tutti gli altri la stangata è inevitabile. E’ soprattutto la guerra in Ucraina a tenere alto il prezzo del gas. Ma un accordo senza precedenti siglato tra due colossi del petrolio permetterà a tanti cittadini di non pagare letteralmente il gas. In sostanza questi fortunati cittadini pagheranno le tasse e gli oneri di sistema sulla bolletta ma non pagheranno la componente del gas che è quella principale. Quindi questi fortunati cittadini d’ora in poi in bolletta pagheranno meno della metà di quanto pagavano prima.

Ecco chi beneficia di questo aiuto clamoroso

Infatti se da una bolletta del gas si toglie la componente del gas stesso e si lasciano soltanto oneri di sistema ed IVA, la bolletta scende tantissimo. È la regione Basilicata ad aver stretto un accordo senza precedenti con Eni e Shell. Questi due colossi petroliferi a partire dal 1990 estraggono petrolio nella regione. Ma oggi il governo regionale della Basilicata stretto un particolarissimo accordo in virtù del quale le grandi compagnie petrolifere in cambio delle loro trivellazioni consentono ai cittadini della regione di non pagare la componente gas. Si tratta di un aiuto veramente clamoroso per chi vive in questa regione e che d’ora in poi nel bel mezzo della guerra e dell’inflazione si ritroverà a pagare bollette del gas veramente bassissime. Vedremo se altre regioni italiane saranno in condizioni di stipulare accordi in qualche modo simile a questo.