Inflazione al galoppo in Italia e Ue: rincari esplosi nel carrello della spesa

Impietosi i dati Eurostat: ad agosto 2021 il tasso di inflazione era del 3% nell’eurozona. Ad agosto 2022 l’inflazione annuale nell’Eurozona è arrivata a 10,1%.

In Italia il costo della vita ha toccato il valore massimo dal 1985. Con ricadute pesanti sul carrello della spasa. Nell’Eurozona invece siamo arrivati a quote da record assoluto.

Inflazione alle stelle nella zona euro: è boom nel carrello della spaesa – Meteoweek

Inflazione al galoppo in agosto nell’Eurozona e in Italia. Con ricadute pesanti, un vero e proprio ‘boom’, nel carrello della spesa delle famiglie. La conferma arriva anche dai dati Istat e Eurostat: i prezzi al consumo impennano, portando l’Italia ai massimi dal 1985 su base annua (+6,4%). Per la zona euro invece è record: +9,1%.

Entrando nel dettaglio, nel nostro Paese i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,8% su base mensile e dell’8,4% su base annua (con un aumento del 7,9% rispetto al mese precedente).

A fare da traino al boom dei prezzi, spiega l’Istati, sono l’energia elettrica e il gas mercato libero. Sono loro a produrre l’accelerazione dei prezzi dei beni energetici non regolamentati (in parte ridotta dal rallentamento dei prezzi dei carburanti) e, unitamente agli alimentari lavorati e ai beni durevoli, a spingere l’inflazione a livelli (+8,4%) mai più registrati da dicembre 1985 (quando il costo della vita arrivò a +8,8%).

Una vera e propria accelerazione per l’inflazione al netto degli energetici e degli alimentari freschi(+4,4%; il valore più alto da maggio 1996 quando arrivò a +4,7%), quella al netto dei soli beni energetici (+5,0%; maggiore solo a febbraio 1996 quando fu +5,1%) oltre ai prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” (+9,6%; un rialzo così marcato non si vedeva da giugno 1984, quando fu +9,7%).

Tasso di inflazione annua in Europa: in un anno aumentato di oltre 6 punti

Sempre secondo l’Eurostat, ad agosto nella zona euro il tasso di inflazione annuo è stato del 9,1% (a luglio era stato dell’’8,9%). Esattamente un anno prima, il tasso era del 3%.

Nell’Unione europea l ‘inflazione annuale è stata del 10,1% ad agosto 2022 (9,8% a luglio), mentre un anno prima, il tasso arrivava a 3,2%. I tassi annuali più bassi li hanno avuti la Francia (6,6%), Malta (7,0%) e Finlandia (7,9%). Quelli più elevati si sono registrati in Estonia (25,2%), Lettonia (21,4%) e Lituania (21,1%).

Rispetto al mese luglio, l’inflazione annuale è diminuita in dodici Stati membri dell’Unione europea, ed è aumentata in quindici.

Nel mese di agosto, il contributo più cospicuo al tasso di inflazione annuale dell’eurozona è venuto dall’energia (+3,95 punti percentuali). E poi, a seguire, da cibo, alcol e tabacco (+2,25 pp), servizi (+1,62 pp) e beni industriali non energetici (+1,33 pp).