Muore a 6 anni dopo aver bevuto candeggina: la madre si butta dal terzo piano

Su questa vicenda è stata aperta un’inchiesta. Il bambino si trovava a casa con la mamma quando ha ingerito varechina al posto dell’acqua

Una vicenda alquanto contorta quella che ha visto morire un bambino di 6 anni dopo aver bevuto candeggina. Il drammatico incidente ha avuto luogo il 18 luglio scorso, verso le ore 8 della mattina. Il piccolo si trovava con sua madre, a casa, non distante dal centro di Francavilla Fontana (Brindisi).

bottiglia-meteoweek.com

Il bimbo avrebbe bevuto varechina in modo accidentale e dopo che la madre ha scoperto cosa era accaduto al figlio, aveva ingerito candeggina anche lei e si era gettata dal balcone, dal terzo piano del palazzo. La donna ha riportato lesioni gravi ed è attualmente sotto inchiesta dalla Procura di Bari per omicidio colposo. All’inizio era stata ricoverata a Brindisi, poi l’hanno portata in una clinica a Milano.

La Procura barese, dopo aver aperto un’inchiesta per via di un esposto da parte dei familiari del bambino di 6 anni morto dopo aver bevuto la varechina, ha posto il 27 settembre come data per eseguire l’esame autoptico sulla salma.

Nelle ultime settimane, è stato aperto un fascicolo anche dalla Procura di Brindisi per appurare tutta la situazione in cui si sono verificati i fatti quel 18 luglio 2022. Tra i reati che i giudici hanno ipotizzato ci sono quello di istigazione al suicidio e stalking. Tre telefonini sono inoltre finiti sotto sequestro, due che appartengono al padre del bambino e uno della mamma del piccolo deceduto. Gli inquirenti hanno inoltre posto sotto sequestro anche un diario della madre.

In questo contesto, la Procura di Brindisi si sta attivando e ha chiesto il sequestro del corpo. Negli ultimi giorni, tra l’altro, si è venuto a sapere che la madre della donna che si era gettata dal balcone è stata sentita in procura, dove c’è in corso un’inchiesta per istigazione al suicidio e stalking. Per quanto riguarda invece la madre del bambino defunto a seguito dell’aver ingerito candeggina, attualmente la donna si trova ricoverata all’interno di una struttura sanitaria dedicata, sita nel capoluogo lombardo, Milano, per via dei traumi che ha avuto dopo essersi lanciata dal balcone.