Pendolari, governo sta lavorando a nuovo bonus trasporti

La premier Giorgia Meloni ha comunica in un’intervista che l’esecutivo sta lavorando a un nuovo bonus trasporti con sconti sugli abbonamenti. 

Il 12 gennaio scorso, in un’intervista in tv, la premier Giorgia Meloni ha annunciato che l’esecutivo è al lavoro per creare un nuovo bonus trasporti. Intervistata dal tg5, la presidente del Consiglio ha spiegato che all’interno dell’ultimo decreto c’è una legge «che rimborsa i pendolari della somma che spendono per gli abbonamenti ai mezzi pubblici. Stiamo cercando di aiutare, in una situazione di difficoltà, chi è in maggiore difficoltà piuttosto che dare aiuti indistintamente a tutti».

pendolari-meteoweek.com
pendolari-meteoweek.com

Questo nuovo bonus è ancora in fase di lavorazione, come spiegano fonti di governo, ed è introdotta nel decreto sui prezzi dei carburanti sul tavolo del ministero di Economia e Finanze, ma dovrebbe essere formulato a giorni per via della pressione suscitata dalle critiche per il mancato taglio delle accise e di alcuni mal di pancia all’interno del governo.

Come sarà il nuovo bonus non si sa ancora, ma qualcuno non esclude l’ipotesi che possa essere una nuova replica del bonus trasporti scaduto il 31 dicembre scorso.

Il vecchio bonus era stato emesso dal dl Aiuti con l’istituzione di un Fondo che stanziava 180 milioni per il finanziamento di un beneficio da usare per comprare «abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale ovvero per i servizi di trasporto ferroviario nazionale». Questo fondo è poi stato rimpinguato con altri dieci milioni da altri due successivi decreti, ossia l’Aiuti bis e Aiuti ter, per poi essere ridimensionato nel dl Aiuti quater che ha rimosso 50 milioni per il finanziamento di provvedimenti atti a calmare il prezzo delle bollette per il terzo settore.

Le vecchie regole per il bonus trasporti

Per il vecchio bonus si era stabilito uno sconto fino a 60 euro sul costo degli abbonamenti per i trasporti pubblici. Per averlo, era necessario un Isee fino a 35 mila euro. Questo bonus è scaduto il 31 dicembre 2022, ed era possibile presentare richiesta sul sito del Ministero del Lavoro finché le risorse non sarebbero terminate.

Per fare domanda erano richiesti Isee e codice fiscale, scrivendo l’azienda di trasporto tra quelle che aderivano all’iniziativa. Al termine della procedura veniva fornito un codice identificativo da usare nelle biglietterie per comprare gli abbonamenti mensili.