Lemme scatenato: “Gerry Scotti sei un cetaceo vieni da me, se paghi dimagrirai”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:42

Cari amici di Meteoweek, abbiamo avuto il piacere di avere un confronto diretto con il noto, quanto discusso Alberico Lemme e non possiamo negare di averlo trovato carico ed in splendida forma.
Dopo aver visitato l’azienda, il ristorante, i laboratori e gli uffici, ci siamo seduti ad ascoltare e fare qualche domanda al farmacista più famoso d’Italia.

Lemme Alberico – Jerry Scotti sei un cetaceo vieni da me, se paghi dimagrirai – meteoweek.com
  • Difficile che la gente comune non abbia almeno una volta sentito parlare di Alberico Lemme. Ma secondo lei, la gente parla dei suoi risultati in bilancia oppure del suo comportamento a volte alquanto maleducato e singolare? Ci dice chi ha curato la sua immagine e la sua comunicazione?

Non è per vantarmi, ma quando dico e sottolineo che sono un Genio è una verità, lo dico per distinguermi dai comuni mortali. Che la gente non parlasse tanto dei miei clamorosi risultati in bilancia ma del ‘personaggio Lemme’ è stato un mio preciso disegno. Ho fatto tutto da solo. Questo progetto di comunicazione d’immagine l’ho ideato e attuato da me fin dal 2016. Non ho nessun agente, nessun consulente d’immagine e nemmeno il personal stylist perché perfino gli abiti me li disegno io. In molti si sono proposti di farlo, ma i loro erano i soliti metodi tradizionali, comune marketing da manuale e ogni volta ho dovuto insegnare io loro qualcosa.

Lemme shock: “Jerry Scotti sei un cetaceo vieni da me, se paghi dimagrirai”

  • Questa dieta è per molti e non per tutti ? Oppure funziona per chiunque? Ci spiega la dieta Lemme?

Funziona su tutti, l’ho sperimentata sui Russi, sugli Americani, sugli Italiani, Francesi, Cinesi e diversamente colorati, maschi, femmine, bambini e anziani. Si può dire che sia universale. Mancano solo gli alieni. La mia non è una dieta dimagrante, è un metodo educativo alimentare basato sull’equilibrio ormonale ed enzimatico, per imparare a nutrirsi in salute, a volersi bene, senza rinunciare alla vita sociale. È l’uso rivoluzionario del cibo, come se fosse un farmaco, sia per prevenire che per curare obesità, sovrappeso, cellulite, diabete, ipertensione, colesterolemia, trigliceridi alti, bulimia, insonnia, ecc. Tutte patologie che nascondono un business. Non è un caso se cercano di screditarmi e di fermarmi in tutti i modi, ma non ci riescono perché il mio metodo funziona, su decine di migliaia di persone, senza l’uso di farmaci, integratori o beveroni, semplicemente mangiando a sazietà e con gusto cibi comuni.

 

Lemme – Jerry Scotti sei un cetaceo vieni da me paghi e dimagrirai – meteoweek.com
  • Se la dieta Lemme funziona, perché ha tanti oppositori?

Rispondo con le parole di Max Planck: “Una nuova verità scientifica non trionfa convincendo i suoi oppositori e facendo loro vedere la luce, ma perché gli oppositori muoiono e la nuova generazione acquisisce funzionalità con questa nuova verità”. Con questo processo si articola la dinamica evolutiva dell’umanità. Io non auspico la morte dei miei oppositori, anche perché sarebbe una strage e poi mi diverte andare controcorrente, contro il qualunquismo e la pochezza intellettuale. Ho fatto piazza pulita degli ultimi 100 anni di dietologia in cui si è fatto leva su concetti errati come le caloriee l’attività fisica per ‘bruciare’ e dimagrire. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Io ho rivoluzionato il paradigma: dalle calorieagli ormoni. Il vero problema ora non è imparare le nuove verità scientifiche ma scardinare le vecchie credenze. Avevo previsto il mio successo sia come Farmacista Consulente Alimentare sia come Genio-Giullare, avevo previsto anche che il Sistema mi sarebbe venuto contro e lo scrivevo già nel 2007 nel mio primo libro ‘L’Uomo che Sussurrava ai ciccioni’ – casa editrice Filosofia Alimentare.

Lemme Jerry Scotti sei un cetaceo vieni da me paghi e dimagrirai – meteoweek.com
  • Lei ha dichiarato sollevando non poche polemiche che “la bulimia non è un problema psicologico, ma uno squilibrio ormonale”. Non le sembra di esagerare?

Io non esagero, faccio parlare i fatti. So che scatenerò un altro uragano: le ire di psicologi, psicanalisti e psichiatri. Sì, è vero, la bulimia è uno squilibrio fisiologico ormonale, non psicologico. La bulimia e i disordini alimentari vengono annoverati, formalmente, tra i disturbi della psiche. Non è così. Quando la bulimica mi racconta esterrefatta di aver risolto con il mio metodo alimentare il suo problema e io le spiego che ho riequilibrato i suoi ormoni solo con l’uso del cibo,  ecco che la stessa si sente immediatamente sollevata e mi dice ‘ma allora mi hanno raccontato cazzate?’

 

Impera una cultura dietologica legata al calcolo ossessivo delle calorie ingerite e ‘bruciate’, alla quantità, alle dosi nel piatto, ecc. Il paradosso di un’alimentazione in funzione ormonale e non calorica è che le bulimiche possono guarire proprio con il cibo, mangiando a sazietà, senza calcolare le calorie (vi ricordo che l’uso della caloria in dietologia è una bufala), senza sensi di colpa, perché imparano come quando, perché e quali alimenti scegliere, mangiando in abbondanza cibi reperibili in qualsiasi supermercato. Dopo un mese lo squilibrio fisiologico ormonale si è riequilibrato, la compulsione alle abbuffate sparisce, il senso di sazietà torna a essere percepito e vissuto con equilibrio e serenità, e sono libere di attraversare tutte le corsie del supermercato senza fare incetta di merendine e patatine.

  • L’accademia ed i cadetti sono una realtà. I progetti futuri quali sono? La “rivoluzione” come prosegue?

Di ciccia al fuoco ce n’è veramente tanta. Sto lavorando su vari progetti di ricerca e sviluppo nel campo alimentare, in tutti al centro metto la salute dell’uomo. Manderò quella che chiamate la ‘dieta Lemme’ in soffitta, per un nuovo percorso in cui si tiene particolarmente conto della vita di relazione sociale. La persona mi potrà telefonare in qualsiasi momento, h24, e io le dirò cosa scegliere da bere e mangiare in qualsiasi situazione: all’aperitivo, all’apericena, a casa di amici, al ristorante leggendo cosa propone il menu. Lo so, state pensando che sono un folle. Non smentisco, ve ne do la conferma. Tutto partirà a livello di comunicazione il 20 di agosto. Inoltre sto lavorando a diversi progetti televisivi, tra i quali c’è addirittura la mia partecipazione come attore in un film. In sintesi non vi libererete di me tanto facilmente. Visitate il sito filosofialimentare.it

All’ultimo ha voluto lanciare un videomessaggio, informandoci che Iva Zanicchi ha perso 13 chili e Brignano al momento 9kg. «Ehi a te Gerry Scotti, non è un appello è una constatazione, ti ho visto, sei quasi un cetaceo, ma uomo di spettacolo, e tu Al Bano e tu Romina Power, non potete cavalcare lo scenario e il palcoscenico in quelle condizioni. Fate come faccio io, come ha fatto Iva Zanicchi, come ha fatto Brignano. Siamo in perfetta forma! Mi raccomando o scegliete me, o scegliete qualcun altro, vi dovete voler bene, dovete mettervi in salute. Premessa se venite da me, pagate. Senza soldi non si canta messa. Ciao».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui