Home News Reddito di cittadinanza | via alla fase due del sussidio. Ecco le...

Reddito di cittadinanza | via alla fase due del sussidio. Ecco le novità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31
CONDIVIDI

Al via oggi la fase numero due del Reddito di cittadinanza, il sussidio che viene dato ai cittadini in difficoltà, è adesso nella fase “attiva”

Reddito di cittadinanza | via alla fase due del sussidio. Ecco le novità
Reddito di cittadinanza | via alla fase due del sussidio. Ecco le novità – meteoweek.com

In pratica a partire da oggi saranno convocati i beneficiari del bonus nei centri per l’impiego per siglare i Patti per il lavoro. Una chiamata questa che arriva dopo cinque mesi dal rilascio delle prime card. In ritardo rispetto ai tempi previsti che erano di trenta giorni dal riconoscimento del sussidio anti-povertà.

Sono circa 704 mila i beneficiari che dovranno rispondere alla proposta di lavoro. Si tratta della fase due appunto, quella attiva: ogni destinatario riceverà in questi mesi sino a tre offerte di lavoro. È iniziato quindi oggi 2 settembre 2019 con l’identikit dei candidati: dati anagrafici, periodo di disoccupazione, esperienze lavorative precedenti e le competenze.

leggi anche –> Reddito di cittadinanza | sanzioni pesanti| Ecco i ritocchi

Cos’è il reddito di cittadinanza

È una misura politica attiva di lavoro e di contrasto alla povertà. Non si tratta quindi di un sussidio di disoccupazione. È un sostegno economico che va ad integrare i redditi familiari e con il fine di trovare un lavoro. Per cui rischia di perdere il reddito colui che nel corso dei mesi prossimi rifiuterà le offerte di lavoro.Il sussidio è sostenuto dal Movimento Cinque Stelle. I requisiti per averlo: essere cittadini italiani, aver compiuto la maggiore età, essere disoccupati o percepire un reddito o pensione che sono considerati al di sotto della soglia di povertà dall’Istat (780 euro annui).

A chi arriva l’invito a presentarsi?

La convocazione da part dei centri per l’impiego non arriverà solo all’intestatario beneficiario del reddito di cittadinanza. Arriverà pure a tutti i maggiorenni della famiglia che risultano inoccupati o che non frequentano un corso di studi regolare.