Home News Gemma Galgani parla di Giorgio Manetti: ” Forse il gabbiano sono io!...

Gemma Galgani parla di Giorgio Manetti: ” Forse il gabbiano sono io! “

CONDIVIDI

” Ho capito che, alla fine, forse il gabbiano sono io ” dice Gemma Galgani.

Gemma Galgani intervista al magazine - meteoweek

Così si apre l’intervista a Gemma Galgani proposta sul magazine di Uomini e Donne.

Ho trascorso il 4 Settembre con persone innamorate

” Se non si capisce il significato più profondo della parola amore, non si capisce nemmeno che, davanti al vero amore, l’orgoglio scompare, non ci si nasconde dietro una corazza.
Quando si ama, ci si mette in discussione, e si tenta l’impossibile per recuperare. ”

Già dalla prima puntata andata in onda questo mese abbiamo ritrovato una Gemma solare e piena di buoni propositi nei confronti dell’amore. Pronta ad innamorarsi ancora, spera di trovare il suo cavaliere tra gli uomini del parterre maschile.

” Ho conosciuto Giulia De Lellis che con me è stata materna e protettiva anche se ancora molto giovane “. Continua dicendo ” Adesso è in arrivo l’autunno e mi piace pensare che sia una bella stagione per innamorarsi. L’aria è più fresca, si può passare dalle cene a lume di candela alle fiamme del camino, ci si può accoccolare sul divano per vedere un film mentre fuori piove.”

L’intervista a Gemma Galgani

Direttamente dal magazine di Uomini e Donne vi riportiamo l’intervista di Gemma Galgani.. Continuate a Leggere!

Gemma. com’è stata la sua estate? Ci racconta cosa ha fatto, dove è andata in vacanza e quali sono le sue aspettative, i suoi buoni propositi per l’autunno in arrivo? La stagione del foliage potrebbe essere quella giusta per innamorarsi?

” Premetto che l’estate per me rappresenta un momento molto prezioso, d associare alle vacanze, quando è possibile, e all’opportunità di rigenerarsi lontano dalla frenesia della vita quotidiana.
Quest’anno ho scelto di privilegiare quel tesoro inestimabile che è l’amicizia e ne ho approfittato per far visita a persone per me speciali che però vivono lontano da Torino.
Godere delle amicizie senza l’assillo dell’orologio, condividere confidenze, coccolarsi con piccole attenzioni, passeggiare sul lungomare, ammirare albe e tramonti racchiude in poche parole quella che è stata la mia estate spensierata. L’ho articolata in un breve soggiorno da Antonella a Cervia e in un passaggio ad assaporare i frutti di bosco portati dalla mia amica Cristina di Milano Marittima ”

E a Ferragosto cos’ha fatto?

” Nel periodo di Ferragosto ho trascorso giornate bellissime al lago con Ida, Dal momento in cui ci siamo viste è stata un’esplosione di affetto e di risate. Del resto con Ida è sempre così: appena ci vediamo è come se la tristezza evapori. Ci trasmettiamo quell’affetto che è nato tra noi senza troppe parole! E il regalo più bello di Ferragosto è stato quello di essere riuscita a farla ridere.
Poi ho terminato le vacanze, come ogni anno, nel “ Buen retiro ” della campagna umbra, dalla mia amica Tiziana, lontano da tutti!

Adesso è in arrivo l’autunno e mi piace pensare che sia una bella stagione per innamorarsi..Io sono pronta!”

In questi mesi ha pensato a qualcuno in particolare dei cavalieri del parterre?
Che sensazioni ha provato vedendo le new entry arrivate in studio per conoscerla?

” L’unico con cui ho avuto qualche contatto telefonico è stato Mario, il signore che si era presentato per me a fine stagione. Ha avuto qualche piccolo problema di salute e mi sembrava opportuno fargli sentire il mio conforto, perché so che è importante e può far piacere avere chi si interessa a te, soprattutto nei momenti di difficoltà. Per quanto riguarda i nuovi arrivi, la prima sensazione è sempre una profonda gratitudine nei confronti di chi si mette in gioco per manifestarmi un eventuale interesse.
Inutile nascondere che quando Maria introduce dei signori per me appena vedo aprirsi quella tendina blu, è sempre un tuffo al cuore. So bene che ogni occasione è buona per un incontro speciale, come già mi è capitato in passato.
E poi ho una grande ammirazione per il coraggio di questi uomini: venire a conoscere me vuoi dire automaticamente sfidare le ” ire di Tina “, cosa che non tutti risulta semplice !”

Gemma Galgani intervista al magazine - meteoweek

Ecco, parliamo di Tina. Come vi vedremo quest’anno?
Sempre una contro l’altra o lei, Gemma Galgani, proverà a trovare un punto d’incontro?
Alla redazione del megazine arrivano molte leggere che ci chiedono se tra lei e l’opinionista le cose un giorno potrebbero cambiare…

” Tina, Tina… Il mio tormento!

Ritengo impossibile attenuare le dispute, i dispetti, soprattutto le sue immotivate offese. Ci sono cose ormai reciprocamente insopportabili. Io, ad esempio, ho la lacrima facile e mi commuovo spesso, sia quando vedo il coronamento di una coppia che si è conosciuta in trasmissione sia quando ci sono episodi familiari altrui mi ricordano molto da vicino situazioni vissute in prima persona.
Credo che, a prescindere dalle antipatie, si debba rispettare il passato e il vissuto delle persone, soprattutto per quanto riguarda la sfera più intima e privata.”

Con le colleghe del parterre, come va, invece?
Chi è stata la prima persona che ha salutato tornando in trasmissione?

” La prima persona che ho salutato tornando in trasmissione è stata ” la padrona di casa”, Maria, che con la sua discrezione e riservatezza chi mette sempre a nostro agio, ci saluta affettuosamente e accoglie i nuovi partecipanti veramente come li ricevesse nel salotto di casa.
Io le sono grata per la splendida opportunità che mi offre, quella di incontrare persone che altrimenti, per gli impegni, la distanza geografica e per il mio lavoro non sarei in condizioni di conoscere.”

E chi avrebbe preferito non salutare?

” Mi hanno insegnato che il saluto non si nega a nessuno, ma sicuramente rivedere Barbara nel parterre femminile non mi ha fatto per niente piacere.
La ” signorina professoressa “ riprende tutti e non perde occasione per denigrarmi e offendermi con commenti veramente pesanti legati alla mia età, fino ad arrivare a toccare la sfera professionale!

Fortuna che in un’intervista ha dichiarato che avrebbe voluto far pace con me.

Comunque abbiamo una novità: Oltre che di musica si interessa anche di dichiarazioni dei redditi, di pensioni… Tanto che ho due sperante che la riguardano: La prima è che qualcuno le spieghi il significato della parola ” privacy “, la seconda è che si concentri maggiormente nei suoi incontri sentimentali e meno sulla sottoscritta, perché lo scopo del programma è cercare un compagno, non parlare di Gemma!”.

Che cosa ha fatto il 4 Settembre di quest’anno, data ormai storica per i telespettatori di Uomini e Donne? Ha qualche rimpianto per quella famosa giornata?

” A volte mi viene da sorridere. Il 4 Settembre è il ” giorno dell’ Indipendenza ” di Gemma Galgani e anche di una tragedia personale. Si, proprio un dramma nel vero senso della parola, dove da vittima che ero stata fatta passare per carnefice e traditrice dell’altrui fiducia. Approfitto di questa domanda per chiarire ulteriormente la questione così rispondendo indirettamente anche al caro Giorgio che, tutt’oggi scrive ” smarrito” su riviste e social di non aver capito il motivo della mia decisione.
Ho ripetuto fino alla nausea che l’unico motivo per cui non ero uscita con lui dalla trasmissione era la sua mancanza d’amore nei miei confronti; forse provava affetto, attrazione, curiosità, ma non amore! perché continua a fare domande su cosa sia successo e non si chiede perché è finita!

Io cercavo l’amore, Giorgio ma forse hai sbagliato anche tu qualcosa?

Una relazione senza amore è come un dipinto senza colori, una canzone senza musica, manca proprio l’elemento base!
Non mi sembra difficile da capire… e se non si capisce il significato più profondo della parola amore, non si capisce nemmeno che, davanti al vero amore, l’orgoglio scompare, non ci si nasconde dietro una corazza. quando si ama ci si mette in discussione perché non si sbaglia ” mai da soli “, si tenta l’impossibile per recuperare. Quest’anno il 4 Settembre è stato per me un giorno sereno, quasi gioioso, trascorso in compagnia di Giulia De Lellis che sta vivendo la sua bellissima storia d’amore ed ad Alessandra ed Emanuele.
Come tutti saprete, Giulia ha superato un grande momento di disagio: è stata colpita dal suo essere donna, eppure contro tutto e tutti, la superato!
Insomma, ho passato questa giornata a grandi storie d’amore. Comunque a Giorgio faccio tanti auguri e non dimentico che è stata una persona speciale per me, mentre io per lui sono stata solo ” un ricordo “, come tanti ne ha vissuti nella vita.
A questo punto mi chiedo… Non è che il vero gabbiano sono io?!”.

Lei e Giulia De Lellis collaborate ad un nuovo progetto, Giortì: Come si trova con Giulia? Ha visto il suo red carpet a Venezia?

” Non conoscevo bene Giulia, se non per brevi circostanze, quindi per me è stata una sorpresa. Per lei posso solo spendere parole di stima, ammirazione e affetto.

Ho avuto la fortuna di condividere con lei un’opportunità già di per sè molto interessante: Giortì!

Un progetto che mi permette di stare in mezzo ai giovani, fonte di freschezza ed entusiasmo inesauribile, un progetto che sicuramente accenderà la curiosità di tutti perché le storie sono un arcobaleno di emozione proponendo feste indimenticabili che celebrano tanti avvenimenti della vita.
è una cosa molto adeguata ad una mente come la mia, sempre alla ricerca di novità, sfide e curiosità. Con Giulia è stata ancora più semplice, più naturale: Dovrei essere io la ” grande ” della situazione e invece proprio lei. Con me ha un’atteggiamento amorevole e protettivo, quasi materno. Una ragazza molto spigliata, elegante, gentile, impossibile per me non pensare a lei con amicizia ed affetto sinceri. L’ho vista e seguita sul red carpet a Venezia dove credo che abbia incantato oltre me, proprio tutti con il suo delicato abito rosa, da lei disegnato, che la faceva assomigliare ad una principessa dei nostri tempi.

Credo che farà molta strada! Complimenti Giulia, Ti voglio bene.”

Gemma Galgani intervista al magazine - meteoweek

Gemma Galgani…Facciamo un appello ad i cavalieri che sono a casa e vorrebbero partecipare al programma: Come dev’essere un uomo in grado di rubarle il cuore? E soprattutto come deve comportarsi?

” Mi piace questa cosa dell’appello , chissà che mi porti fortuna!
Allora… non sono in cerca di principi, ma nemmeno di ranocchi, anche se credo ancora alle favole. Prima di tutto vorrei una persona sincera nel profondo del cuore, perché lealtà e rispetto sono due condizioni imprescindibili in una relazione.
Sono interessata ad una persona dall’animo gentile, a cui non manchi la voglia di sognare e che sia ancora in grado di affrontare con entusiasmo ogni nuovo giorno. Una persona che, quando ti stringe la mano nella sua, ti trasmetta quel senso di protezione e sicurezza a cui credo tutte aneliamo da sempre. Una persona che sia il mio primo pensiero del mattino e l’ultimo della sera e che, possibilmente la cosa sia reciproca!
Per il resto, non deve fare nulla di speciale: Mi piace una persona educata, estroversa, curiosa e soprattutto presente…”