Home biografie Alexandra Macesanu chi era | il rapimento | i mancati soccorsi

Alexandra Macesanu chi era | il rapimento | i mancati soccorsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23
CONDIVIDI

Chi era Alexandra Macesanu? Questa giovane donna, 15 anni, è conosciuta perchè il suo nome affolla la cronaca nera della Romania

Alexandra Macesanu chi era - meteoweek
Alexandra Macesanu chi era – meteoweek

La quindicenne viveva nel villaggio di Dobrosloveni in Romania finché il 23 luglio 2019 non è stata rapita e stuprata dal meccanico Gheorghe Dinca. La polizia romena ha impiegato 19 ore per localizzare e perquisire l’edificio dove la ragazza era prigioniera. Quando arrivano ormai di lei non c’è più traccia. Forti le critiche nei confronti dell’operato delle forze dell’ordine, soprattutto dopo che lo zio della ragazza ha pubblicato una copia scritta delle chiamate fatte dalla nipote.

Alexandra Macesanu chi era - meteoweek
Alexandra Macesanu chi era – meteoweek

I soccorsi

La ragazza ha fatto una prima chiamata alle 11:05 del 25 luglio, identificandosi con l’operatore e dichiarato di essere stata rapita e tenuta in una casa a Caracal. La comunicazione però si interrompe prima che lei possa fornire un’indicazione precisa. La ragazza fornisce altri dettagli con una seconda chiamata, alle 11.06. Ricorda il momento del rapimento e ricorda di aver superato una diga, immaginando di essere a Bold, un quartiere di Caracal. Riferisce di aver trovato il nome di Lucian Gabriel Popescu su un biglietto da visita in casa e dice di chiamare con il telefono di casa del rapitore.

Alle 11:12 la terza chiamata è una richiesta di aiuto disperata. La ragazza chiede se c’è un’auto della polizia che sta arrivando perché ha paura e forse il rapitore sta tornando. La polizia le dice che non è sicura che l’indirizzo da lei fornito appartenga all’uomo che la tiene in ostaggio. Dalle registrazioni delle tre chiamate traspare chiaramente l’ironia con cui gli operatori e i poliziotti parlano con lei.

Solo verso le 2 del mattino del giorno successivo, il 26 luglio, le forze dell’ordine riescono ad identificare la casa. La polizia ha arrestato Gheorghe Dinca che ha confessato di aver ucciso non solo Alexandra, ma anche la 18enne Luiza Melencu scomparsa ad aprile. Nella sua casa sono stati trovati resti umani e da quanto riferito pare che i test del DNA confermassero che si trattava dei resti della 15enne. Ma non è mai stato presentato un rapporto ufficiale sui risultati del DNA e non esiste una dichiarazione ufficiale della morte della ragazza.

Alexandra Macesanu chi era - meteoweek
Alexandra Macesanu chi era – meteoweek

La reazione dell’opinione pubblica

Il caso ha creato un diffuso sdegno in Romania e in tutta Europa.  Sono seguiti cortei e manifestazioni in piazza e il neo nominato ministro degli Interni Nicolae Moga ha licenziato il capo della polizia nazionale Ioan Buda, il prefetto della contea di Olt Petre Neacșu e il capo della polizia della contea di Olt Cristian Voiculescu. Tutto questo prima di dimettersi dopo appena solo una settimana dall’entrata in carica. Il Primo Ministro ha rimosso dal suo incarico anche il Ministro dell’Educazione Ecaterina Andronescu per aver dichiarato che le ragazze dovrebbero sapere che non si sale in auto con estranei.