Home Cronaca Donna morta a Milano, il conducente del filobus era al telefono –...

Donna morta a Milano, il conducente del filobus era al telefono – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:07
CONDIVIDI

Incidente mortale a Milano: “Dalla ricostruzione della dinamica emerge che il filobus non abbia rispettato la precedenza semaforica”.

muore donna a milano
i resti del camion investito dal filobus a milano

Il filobus che attraversa l’incrocio con il semaforo rosso, poi lo schianto con il mezzo Amsa. Tutto in pochi secondi.  E tutto ripreso dalle telecamere a circuito chiuso di un negozio. È l’incidente di viale Bezzi a Milano avvenuto nella mattinata di sabato 7 dicembre in cui sono rimaste ferite 18 persone, una delle quali (Shirley Calangi) è morta nel pomeriggio di domenica al Policlinico dove era ricoverata in gravissime condizioni.

LEGGI ANCHE>>>Forti scosse di terremoto tra l’area di Firenze e Barberino del Mugello magnitudo fino a 4,5

“Dalla ricostruzione della dinamica emerge che il filobus non abbia rispettato la precedenza semaforica — si legge in una nota diramata dall’azienda di trasporti —. Atm pertanto ha già aperto un’indagine interna ed è pronta a prendere tutti gli opportuni provvedimenti”. Nella stessa nota l’azienda milanese ha espresso vicinanza alla famiglia della donna deceduta.

donna muore a milano
Il Sindaco di Milano Beppe Sala

Donna muore a MIlano nell’incidente tra un filobus e un camion, il cordoglio del Sindaco

Sulla vicenda è intervenuto anche il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, che nella serata di domenica ha pubblicato un lungo post su Facebook: “È accertato che il filobus non ha rispettato la precedenza — ha dichiarto Sala —. Ho chiesto di avviare una verifica interna ad ATM e penso che ci saranno indagini giudiziarie per definire le responsabilità”.

LEGGI ANCHE>>>Maurizio Tonelli incidente mortale. L’amico: “Non mi ero accorto che era lui”

“Sono profondamente addolorato e conscio di dover fare sempre tutto il possibile per garantire ai miei concittadini quelle condizioni di vita dignitosa e sicura che meritano — ha proseguito Sala —. E di sentirmi pienamente responsabile quando ciò non avviene. A nome di Milano esprimo le più sentite condoglianze ai familiari e a tutta la comunità filippina”.

Nella mattinata di domenica Sala si era recato al Policlinico per verificare le condizioni di Shirley Calangi, la 49enne che era rimasta gravemente ferita e che stava combattendo la sua battaglia più difficile: “Shirley mi è stata dipinta da quanti a lei vicini come una donna straordinaria, grande lavoratrice e estremamente affidabile — ha detto il Sindaco —. Mi ha colpito in particolare il racconto della famiglia italiana presso la quale lavorava e dell’affetto che tale racconto esprimeva. Una storia come tante, una donna immigrata che svolgeva con dedizione uno di quei lavori che sembrano ormai destinati solo a queste persone che vengono da lontano”.