I presidi delle scuole contro la Raggi: “Scuole chiuse per una pioggerella”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:54

L’Associazione Nazionale Presidi di Roma attacca duramente la sindaca: “Dovevano essere mobilitati i municipi con i loro uffici tecnici per verificare lo stato degli istituti a rischio. Così è danno d’immagine”

allerta meteo a roma

“Le scuole sono state chiuse per un pò di pioggerella. Siamo del tutto increduli. Dovevano invece essere mobilitati i municipi con i loro uffici tecnici per verificare lo stato degli istituti a rischio”. L’Associazione Presidi della capitale non le manda a dire e critica aspramente l’operato della sindaca Raggi, rea di aver preso decisioni avventate a danno dell’immagine.

“Nell’ordinanza – prosegue il presidente dell’ass. Rusconi – c’è invece scritto che i presidi devono presidiare gli istituti, un’espressione vaga e ambigua che non c’è nel contratto di lavoro dei dirigenti scolastici. Tutto questo è surreale”.

Leggi anche –> Piazza Navona rimane senza Natale, sequestrate le tipiche bancarelle

“Colleghi ed insegnanti rimasti sorpresi per la chiusura avventata”

L’Associazione chiede risposte immediate. “Sono ad un convegno organizzato dal Ministero dell’Istruzione alla Galleria Nazionale di Arte moderno con professori e studenti venuti da tutta Italia. Tutti – spiega Rusconi – sono stupefatti della chiusura delle scuole romane. Non sanno darsi una risposta”.

Gli fa eco il coordinatore nazionale Gilda, Rino Di Meglio. “In Italia piuttosto che prendersi delle responsabilità o al rischio di un’indagine della magistratura, si preferisce chiudere. Non so se la colpa è del sindaco o di chi ha emanato un’allerta eccessiva, ma qualcuno – precisa – ha esagerato. Tra chiusure per maltempo, elezioni, eccetera non si studia più. Poi non dobbiamo meravigliarci dei dati Ocse-Pisa: gli studenti delle superiori italiani hanno il più alto tasso di assenteismo in Europa”.

Leggi anche –> Neonato morto in culla, il pm: “Omicidio, lo soffocò la madre”

Le polemiche sono tutte legate all’ordinanza del sindaco di Roma Raggi che, nella giornata di oggi, in previsione del maltempo, ha disposto la chiusura di edifici scolastici oltre che di parchi, cimiteri e ville storiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui