Spedivano tonnellate di rifiuti in Cina: i Carabinieri li inchiodano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:56

I militari hanno eseguito, in varie province italiane, 33 perquisizioni nei confronti di altrettante sedi aziendali e relativi legali rappresentanti di società operanti a vario titolo nel settore dei rifiuti.

rifiuti  in cina
Rifiuti spediti in Cina

Un traffico illecito di rifiuti dall’Italia alla Cina, per un totale di circa diecimila tonnellate di materiale plastico e un fatturato di quasi tre milioni di euro, è stato scoperto dai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bologna, coordinati dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale e dalla Dda di Bologna.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Il nord Italia si è svegliato con la neve, e c’è già un morto sulle strade

I militari hanno eseguito, in varie province italiane, 33 perquisizioni nei confronti di altrettante sedi aziendali e relativi legali rappresentanti, di società operanti a vario titolo nel settore dei rifiuti. Gli indagati sono accusati di traffico illecito di rifiuti e del più grave reato di ‘attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti’.

LEGGI ANCHE>>>SuperEnalotto, a Napoli vinte 565mila euro

L’indagine è partita grazie alla collaborazione con l’Agenzia delle Dogane di Parma, che aveva segnalato anomalie portando i militari del Noe a svolgere accertamenti, tra febbraio e marzo 2018, in due società parmigiane del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui