Torino, sequestrati oltre 500mila botti illegali stipati in magazzini pericolosissimi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:35

Sequestrati oltre 500mila botti illegali a Torino nelle scorse ore, erano stipati in maniera pericolosa in due magazzini. Dieci persone sono state denunciate.

Aumenta la quantità di fuochi d’artificio illegali sequestrati in questi giorni, destinati ai festeggiamenti del Natale. Soltanto a Torino siamo intorno alle quattro tonnellate di botti requisiti da inizio dicembre 2019.

E proprio in queste ore la Guardi di Finanza ha concluso un’altra operazione. I ‘baschi verdi’ del Gruppo Pronto Impiego hanno individuato due magazzini nei quartieri Madonna di Campagna (in corso Potenza) e Mirafiori (in via Vigliani, a due passi dal mercato).

Leggi anche —> Infarto sulla nave, marinaio muore a largo di Capri durante i soccorsi

Botti illegali sequestrati a Torino, erano stipati in magazzini pericolosissimi

Appena arrivato il carico con i fuochi d’artificio i finanzieri sono intervenuti appurando in presa diretta l’omissione delle più basilari misure di sicurezza, necessarie al loro stoccaggio. Altri depositi sono stati scoperti in città in corso Principe Oddone e in provincia a San Secondo di Pinerolo e Rosta.

Leggi anche —> Dramma a Catania, una mamma tenta di uccidere il figlio disabile

Nei depositi mancavano estintori, le uscite di sicurezza erano sbarrate con catene e lucchetti, e tra l’altro ubicati in zone densamente abitate e quindi molto pericolose. Sono stati sequestrati oltre 500mila fuochi d’artificio, trasportati in locali più sicuri. I botti verranno poi fatti brillare in un’apposita area attrezzata.

Leggi anche —> In arrivo le nevicate al nord, ecco dove colpiranno secondo gli esperti

Dieci persone denunciate, rischiano fino a 5 anni di carcere

I dieci titolari delle attività coinvolte nell’operazione, intanto, sono stati denunciati. Le accuse a loro carico sono di stoccaggio illecito di materiale esplodente e omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro. Adesso rischiano fino a cinque anni di reclusione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui