La morte violenta di Ciro D’Anna dentro una tabaccheria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28

Nel napoletano, Ciro D’Anna è stato ucciso da un’arma da fuoco mentre si trovava all’interno di una tabaccheria in via Università. Forse un agguato di Camorra.

Omicidio nel napoletano. A Portici (Napoli), questa mattina, intorno alle 10.30, è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco Ciro D’Anna, un uomo di 38 anni. L’omicidio sarebbe avvenuto in circostanze ancora da accertare ma, secondo una prima ricostruzione degli agenti del Commissariato di polizia di Portici-Ercolano, l’uomo si trovava all’interno di una tabaccheria in via Università.

Leggi anche: Milano, dodicenne ancora rapita dal padre: ritrovata in Danimarca

Leggi anche: Manovra, fiducia del Governo sul testo blindato del Senato

D’Anna aveva precedenti penali ed era affiliato al clan Vollaro. Sarebbe stato colpito da cinque proiettili, mentre di trovava all’interno del locale. Le indagini, ora, cercheranno di ricostruire la dinamica dell’agguato e il movente dell’omicidio. Gli investigatori stanno vagliando tutte le piste, ma propendono per quella camorristica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui