Desirée Mariottini vergine quando è stata violentata e uccisa: il racconto del padre al processo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:26

Parla il padre di Desirée Mariottini della sua vita e del suo passato ma dal processo emerge una verità inquietante: vergine al momento della morte.

Desirée Mariottini vergine quando è stata violentata e uccisa: il racconto del padre al processo – meteoweek

«Quando è stata trovata era morta da quattro, cinque ore, aveva escoriazioni alle braccia». Forse ha lottato, fin quando è crollata stordita. Il papà, Gianluca Zuncheddu, ascoltato ieri ha raccontato così la sua Desirée: «Era una ragazza debole, se avessi potuto riprendermela l’avrei tirata fuori, l’avrei salvata». L’uomo una settimana prima era andato a casa dell’ex moglie, «volevo portarla via, poi ho visto che aveva del vino nella borsa e le ho dato due schiaffi e sono stato arrestato, giacché c’era nei miei confronti un divieto di avvicinamento per stalking». Una drammatica verità che segna i lineamenti di un processo difficile da sostenere.

Leggi anche –> Desirèe, stuprata e uccisa | Avviato il processo ai 4 imputati africani

La verità dietro la morte di Desirée Mariottini – meteoweek

E’ un fiume in piena Gianluca e racconta che dopo la morte di Desirée è tornato a San Lorenzo: «A cercare la verità, ho svolto mie personali indagini. E scoperto che Desirée era stata tradita, “venduta” da due amiche, due ragazze di colore. Mia figlia le aveva cercate perché una di loro si era presa il suo tablet».

Leggi anche –> Morte Desirèe Mariottini, al via il processo

Desirée Mariottini morta senza aver avuto mai un ragazzo – meteoweek

Tra le tante verità una fa più male di tutte: la zia racconta che non aveva mai avuto un fidanzato. L’autopsia lo conferma: prima della violenza di gruppo era ancora vergine:  «Evitava anche di spogliarsi davanti a noi. Non era drogata, no. Io ho undici anni più di Desirée. Eravamo come sorelle. Da piccole ci scambiavamo i giocattoli, da grandi i vestiti. La portavo a vedere le mostre di Monet. Non aveva mai avuto un fidanzato, mai intimità. Me lo avrebbe detto, mi confidava tutto. Era stata bullizzata a scuola. La prendevano in giro per il suo problema al piede, una compagna in particolare».