Coronavirus, Codogno: gli spostamenti del 38enne che ha contratto il virus

Coronavirus, ecco che cosa si sa in merito agli spostamenti effettuati dal 38enne di Codogno (Lodi) che ha contratto la malattia

Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)

Dopo la notizia del contagio del 38enne lombardo arrivata nelle ultime ore, si sta tentando di ricostruire i suoi spostamenti. L’uomo, originario di Castiglione d’Adda vive a Codogno (Lodi) con la moglie (positiva anche a lei al test e incinta). L’ipotesi, ancora da verificare, è che il contagio possa essere avvenuto tra fine gennaio e inizio febbraio. L’uomo in quel periodo ha cenato con una persona tornata da poco dalla Cina. Il 38enne lavora per l’Unilever di Casalpusterlengo e il 2 febbraio ha partecipato a una corsa con altri 18 podisti a Portofino.

Leggi anche->Burioni professa calma, primi casi in Italia: niente paura

Coronavirus, il percorso del 38enne, tra gare e corsi

Il 9 febbraio, invece, l’uomo ha partecipato a una gara a Sant’Angelo Lodigiano. Lo scorso sabato mattina ha frequentato un corso della Croce Rossa a Cadogno. Successivamente ha giocato una partita di calcio con la Picchio di Somaglia (la sua squadra) contro l’Amatori Sabbioni del campionato Amatori del Csi. Domenica 16 febbraio è andato al Pronto Soccorso di Codogno con la febbre alta, ma sarebbe stato mandato a casa. È poi tornato mercoledì 19 febbraio, ed è stato ricoverato. Nel frattempo in Paese le mascherine e gli antisettici per le mani sono terminati. Le poche persone che escono fanno attenzione a coprire naso e bocca.

Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)

Intanto in Lombardia sono partite le misure preventive per isolare coloro che hanno avuto contatti coi pazienti infetti. L’assessore al Welfare della Regione, Giulio Gallera ha detto:”Abbiamo un numero cospicuo di persone su cui stiamo intervenendo. Circa 250 le persone in isolamento e a cui faremo il tampone”. Gallera ha inoltre chiesto a tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e Codogno di restare preventivamente a casa evitando contatti sociali. La stessa richiesta è stata fatta agli abitanti di Castelpusterlengo.

Leggi anche->Coronavirus: a Codogno, Casalpusterlengo e Castiglione chiusi scuole e uffici