Incidente stradale, morto Antonio Cianci magazziniere del Foggia Calcio

Incidente stradale per Antonio Cianci sulla strada che conduce a Troia. La vittima è il magazziniere del Foggia Calcio, di 38 anni. Sotto shock gli altri due occupanti del mezzo. Sul posto, insieme ai sanitari del 118, anche i vigili del fuoco di Foggia, mentre i rilievi del caso sono affidati agli agenti della Polizia Stradale

Ambulanza
Ambulanza (GettyImages)

Antonio Cianci, magazziniere del Calcio Foggia 1920, di trentotto anni, è la vittima del tragico incidente stradale avvenuto questa mattina, lungo la strada provinciale Foggia-Troia, già teatro di numerosi sinistri anche mortali. Il fatto è successo intorno alle 9 del mattino, quando – per cause ancora da accertare dagli inquirenti – un furgone che procedeva in direzione Troia, con tre persone a bordo, è uscito fuori strada all’altezza di Lucera provocando la morte di uno dei soggetti a bordo.

La vittima aveva 38 anni ed era il magazziniere del Foggia Calcio, squadra che attualmente milita nel campionato di serie D girone H (quarta serie nazionale). Lascia moglie e figli. Sotto shock gli altri due occupanti del mezzo, tra cui Alessio Pertosa, difensore rossonero trasportato per accertamenti al Policlinico Riuniti di Foggia. Sul posto, insieme ai sanitari del 118, è stato necessario l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco di Foggia, mentre i rilievi del caso sono affidati agli agenti della Polizia Stradale.

Leggi anche –> L’epidemia di Coronavirus non si ferma: chiudono tutte le scuole 

Leggi anche –> WhatsApp, è ufficiale: disponibile il tema scuro su iOS, Android e Business

Illeso il calciatore a bordo della vettura

Secondo ulteriori ricostruzioni filtrate nelle ultime ore, con il  magazziniere rossonero Antonio Cianci c’era anche il calciatore Pertosa. La vettura si è schiantata fuori strada sulla Foggia-Troia. L’impatto, come detto, è stato fatale per Cianci, morto sul colpo. Il calciatore rossonero Pertosa, invece, è uscito dal veicolo senza particolari conseguenze. I due erano in viaggio per recarsi agli allenamenti quando, per cause da accertare, il conducente ha perso il controllo del mezzo. Sul posto personale del 118 e forze dell’ordine continuano ad indagare nel tentativo di ricostruire tutta la dinamica del sinistro.