Coronavirus, Toscana: il presidente Rossi annuncia screening di massa

Il presidente della Toscana Enrico Rossi ha annunciato che presto la regione avrà a disposizione molti più tamponi, allo scopo di fare più test possibile per diagnosticare il virus.

coronavirus toscana rossi tamponi
(Photo by Rahman Roslan/Getty Images)

Il presidente della Toscana Enrico Rossi, ha fatto sapere ai suoi cittadini tramite un videomessaggio, che la regione si sta attrezzando per poter effettuare uno screening di massa a tutti i residenti. Rossi ha spiegato di essersi confrontato con l’immunologo Romagnani, per tentare di capire come contenere la diffusione del coronavirus nella sua regione.

Ha poi rivendicato il fatto che la Toscana è stata la prima regione in Italia a prendere la decisione di effettuare dei tamponi anche ai soggetti asintomatici. Rossi ha spiegato che in questo momento sul territorio, sono già in corso molti test tramite tamponi. Questi vengono fatti attraverso un prelievo dalle unità speciali. Queste unità si muovono attraverso le segnalazioni dei medici di famiglia di sospetti casi di contagio, e ne è presente una per ogni distretto di 30mila abitanti. Rossi ha poi ricordato che “in Toscana avevamo tre laboratori autorizzati dal Ministero della Salute. Con mia ordinanza abbiamo stabilito che entrassero in funzione altri cinque. Più si unisce un privato accreditato con cui ci siamo convenzionati. Io dico subito che se ci sono altri privati che si sentono in grado di fare le analisi dei tamponi, lo facciano”.

Il nuovo test diagnostico per il coronavirus presentato dalla Diasorin

Il presidente della Toscana ha poi spiegato ai cittadini che da 700 tamponi al giorno, si passerà presto ad una disponibilità di circa 3500 tamponi. L’analisi di questi però, richiede all’incirca dalle 4 alle 8 ore di tempo per poter avere i risultati. Rossi però ,fa’ notare che diversi centri di ricerca stanno al momento lavorando creare dei test più veloci e in ragione di questo, è sua intenzione “lanciare una campagna che sfrutti il test sierologico che si fa col prelievo del sangue che dimostrano le presenza di anticorpi al virus. E’ un test che si presta a asintomatici. Abbiamo ordinato a più fornitori di fornirci di ben 500 mila test”

coronavirus toscana rossi tamponi
(Photo by Chung Sung-Jun/Getty Images)

Per quanto riguarda la velocità dei test diagnostici, già nella giornata del 10 marzo, l’azienda Diasorin aveva annunciato di aver realizzato, in collaborazione con l’ospedale Spallanzani e il Policlinico San Matteo di Pavia, dei nuovi tamponi in grado di diagnosticare il virus in tempi molto più rapidi di quelli precedenti. Questo nuovo test permette infatti di ottenere una diagnosi in circa un’ora di tempo. Un risultato molto importante, considerato che con i precedenti tamponi i tempi di attesa sono tra le 5 e le 7 ore.

Leggi anche: Coronavirus: Berlusconi e Fiat in prima fila nelle donazioni

Leggi anche: Coronavirus: sarà difficile sviluppare un vaccino entro quest’anno

Il test sarà presentato alla Food and Drug Administration per l’Emergency Usa, ed entro la fine di marzo dovrebbe essere commercializzato in Europa con il marchio CE.