Lunetta Savino contro Sandra Milo: “La protesta? Teatrale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:59

Mentre Il Figlio della Luna torna su Rai 1, Lunetta Savino a La Vita in Diretta, commenta il gesto di protesta di Sandra Milo a favore dei lavoratori dello spettacolo.

In attesa del film di successo su Fulvio Frisone

Il figlio della Luna andrà in onda nuovamente su Rai 1, dopo il grandissimo successo ottenuto nel 2007, anno della sua prima uscita. Lunetta Savino la bravissima attrice barese, famosa soprattutto per aver interpretato Cettina in un Medico in Famiglia, ha ricordato a La Vita in Diretta, la trama del film, presa da una storia vera, molto toccante:

“E’ la storia vera del fisico nucleare Fulvio Frisone nato nella Sicilia di fine anni Sessanta, disabile, che grazie alla mamma è riuscito a diventare fisico nucleare. Lui ha una intelligenza di tipo matematico-scientifico e lei si batterà per fargli fare una vita come tutti gli altri bambini, poter fare la scuola pubblica e non essere rinchiuso in qualche istituto per spastici”, ha chiosato l’attrice ricordando la storia. Poi ha aggiunto: “Non è solo drammatico ma anche divertente, questa donna fa anche ridere perché la vita è così, una commedia del quotidiano, si ride e si piange”.

Il commento di Lunetta Savino su Sandra Milo

Lunetta inoltre ha espresso la sua opinione sulla protesta di Sandra Milo, che non solo ha diviso l’opinione pubblica ma sta tenendo banco in questi giorni nei salotti televisivi. Sandra Milo infatti si è incatenata davanti a Palazzo Chigi prima di essere ricevuta dal premier Giuseppe Conte e di essere poi colta da un malore. La Savino ha parlato di “un gesto teatrale” specificando: “Se sei una teatrante sai l’effetto che può avere un gesto così eclatante, è una intrepida Sandra Milo!”.

LEGGI ANCHE ——–>Sandra Milo si incatena davanti Palazzo Chigi. Conte la riceve

LEGGI ANCHE ——–>Lunetta Savino, avete mai visto il suo ex? Chi è il famoso attore

Con l’ occasione l’attrice pugliese ha raccontato di quando ha incontrato per la prima volta Sandra Milo, spiegando di averla conosciuta molti anni fa, “sul mio primo set cinematografico dove lei faceva mia madre”, ha precisato. Il film era Grog del 1981 con Francesco Laudadio: “Il mio primo film, con lei mi sono fatta un sacco di risate, piangevamo sempre dalle risate!”, ha evidenziato con grande piacere. “Io ero una ragazzina e per me avere questo bel rapporto con una grande attrice che qualche dritta me l’ha anche data, è stato importante.” ha infine aggiunto la Savino