Home Cronaca Autostrade, Delrio sulla revoca: “Vicini ad una soluzione definitiva”

Autostrade, Delrio sulla revoca: “Vicini ad una soluzione definitiva”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:54
CONDIVIDI

Il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio avvicina l’accordo definitivo su Austrade. “Siamo vicini ad una soluzione definitiva, la revoca ci sarà se i documenti ne attestano la solidità. No a contenziosi”

Pd propone contributo di solidarietà a carico di redditi superiori 80mila euro - Graziano Delrio (Getty) - meteoweek.com
Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera dei deputati (Getty) – meteoweek.com

Su Autostrade la soluzione sembra più vicina, per stessa ammissione del capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio. “Da quello che mi è stato detto – esordisce – si è vicini a una decisione definitiva. La revoca ad Aspi si può fare se ci sono i documenti che ne attestino la solidità, per fare in modo che non si apra un contenzioso che danneggi lo Stato”. Così il capogruppo piddino, ospite questa mattina della trasmissione ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.

Quindi l’attanzione si sposta sulle parole del presidente Confindustria, che ha parlato di danni enormi fatti dalla politica, superiori a quelli prodotti dal covid. “Non credo, come dice Bonomi che la politica possa fare più danni del Covid. La politica rischia di non assolvere completamente il suo compito, ovvero di ricostruire il paese. Per questo bisogna stimolare la politica a fare le scelte giuste, anche coraggiose. Io dico: mettiamo insieme le forze migliori e ricostruiamo questo paese”. Poi, una frecciata a Confindustria. “Notavo un particolare, ciò non avviene  mai. Vorrei che Bonomi ogni tanto parlasse di quanto l’evasione fiscale sia un cancro per il Paese”.
autostrade sede
Autostrade, foto di repertorio

L’operato del governo e le scelte per il futuro

Nella prima fase dell’emergenza, spiega Delrio, “il governo ha dovuto tamponare ma adesso abbiamo bisogno di scelte strutturali per rendere più competitivo il nostro paese”. Secondo il capogruppo Pd era davvero difficile per il premier Conte fare meglio di così.

Leggi anche –> Caos procure, ex presidente della Consulta Onida: fuori la politica dal Csm

Leggi anche –> Solinas, “Si potrà entrare in Sardegna dal 3 giugno tramite prenotazione”

“Fino ad oggi è stato oggetivamente impegnato in un’emergenza senza precedenti e mi pare abbaio dato dimostrazione di aver riportato il paese sulla strada giusta”. Adesso, conclude Delrio, è temp di programmazione e lungimiranza. Non si può più sbagliare – lascia intendere – lanciando un messaggio al governo. “Bisogna incidere, ci vuole determinazione e mettere in campo proposte molte radicali. Ci vuole un piano di rinascita con il contributo di tutti, il paese avrà bisogno di risposte forti”.