Home Cronaca Conte, sondaggi: il miglior Presidente del Consiglio dal 1994 ad oggi

Conte, sondaggi: il miglior Presidente del Consiglio dal 1994 ad oggi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:54
CONDIVIDI

Secondo un sondaggio condotto da Demos nelle ultime settimane, Conte è considerato “il miglior Presidente del Consiglio a partire dalla Seconda Repubblica”. Tra i favoriti rimangono Berlusconi e il suo rivale Prodi. 

La Seconda Repubblica, è nata con Silvio Berlusconi. Nel 1994, appunto. Non per caso Berlusconi risulta il premier più apprezzato (dopo Conte) o disprezzato, a seconda della posizione politica. . È utile sottolineare che il sondaggio si riferisce ai “premier” e non ai “leader”. E ciò esclude dal giudizio figure importanti della scena politica recente, come Matteo Salvini o Giorgia Meloni. Tra i premier al comando quindi, Giuseppe Conte sembra essersi conquistato il podio: in carica da oltre due anni. Ha, infatti, presieduto due diverse coalizioni. In particolare, è il più apprezzato dagli elettori del M5s, che lo hanno sostenuto, in seguito alle elezioni del 2018. E confermato, dopo la crisi e la formazione del nuovo governo, è valutato positivamente sia da maggioranza che da opposizione. Non solo perché ha governato coalizioni diverse ma più che altro perché ha assunto il ruolo di riferimento comune durante l’emergenza del Coronavirus. Quando è divenuto la guida di un “governo di emergenza”. Gli italiani, nonostante tutto, si sono sentiti protetti.

Leggi anche –> A 92 anni tenta il suicidio ma poi avviene un miracolo

Leggi anche –> Morto Lucio Urtubia: rubava alle banche per donare ai poveri

Il ventennio berlusconiano: amato e criticato allo stesso tempo

L’altro premier che “conta”, dopo l’avvento di Berlusconi, è Berlusconi stesso. Il “migliore”, secondo gli elettori di Centro-Destra. In particolare, di FI. Quindi, della Lega e dei FdI. Segnalato “fra i migliori” perfino dalla base del M5s. L’unico elettorato che non lo riconosce è quello del Pd. E non potrebbe essere diversamente. Visto che il Pd è stato da sempre l’ alternativa a Berlusconi e al ventennio berlusconiano.  Il Pd si è fondato come casa comune del Centro-Sinistra, guidato a lungo da Romano Prodi. Anche lui ben voluto dal popolo. Nella classifica dei migliori Presidenti del Consiglio, Prodi segue – a distanza – Berlusconi.  Per la stessa ragione è considerato fra i peggiori premier dagli elettori di Destra, in particolare per quelli della Lega e  di FdI. Dopo Prodi, nella classifica generale dei “migliori”, incontriamo Paolo Gentiloni. E subito dopo Enrico Letta.  Due premier che ritroviamo nella classifica dei “peggiori” invece, sono Mario Monti e Matto Renzi perché,  segnano un “cambio d’epoca” poco roseo per il Paese.

Così la storia politica della Seconda – e Terza – Repubblica, in Italia, sembra segnata da pochi nomi. Il migliore e il peggiore cambiano a seconda dei punti di vista politici. Prodi, per esempio, o Matteo Renzi, innovatore e affossatore della nuova Repubblica, che ha avviato la riforma del bicameralismo. Per bloccarla, quando ha “personalizzato” il referendum che avrebbe dovuto confermarla. Mentre oggi l’attenzione della maggioranza dei cittadini si concentra su Giuseppe Conte. Favorito dal clima di paura ed emergenza. Tra gli italiani ha riscosso molto successo e qualcuno spera nella fondazione di un partito tutto suo.