Pasqualina, 11 anni. Giocava a fare il morto in piscina. Era morta davvero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:36

Una bimba di 11 anni è annegata in piscina mentre «giocava a fare il morto con le amichette». Si ipotizza un malore per la giovane vittima, sono ancora in corso gli accertamenti del caso.

Pasqualina D'Anna bambina annegata ad Ercolano

Pasqualina D’Anna aveva undici anni, stava giocando come fanno tutti i bambini della sua età, con altri amichetti in piscina «Giocavano alla morte nell’acqua – la testimonianza di una zia – ma Lina non si riprendeva più. I bambini hanno chiamato il bagnino. Non c’è stato nulla da fare. Siamo distrutti» Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata la bambina stava giocando nella piscina più piccola dell’Hotel Punta Quattro Venti, un tradizionale punto di riferimento per il divertimento ed il relax nell’area vesuviana, quando, per motivi non ancora accertati, è annegata. Sul posto è accorsa un’ambulanza del 118, che ha provato a rianimarla, ma inutilmente.

Leggi anche -> Napoli, mamma bacia la figlia 15enne e si lancia nel vuoto

Pasqualina D'Anna bambina annegata ad Ercolano foto mamma nipote Boss Antonio Papale

Alessandro D’Anna, di 37 anni, è il padre della bambina. Non era presente sul posto al momento della tragedia. L’uomo è un pregiudicato ed è ritenuto legato al clan Ascione-Papale. La madre è la nipote del boss Antonio Papale, ucciso nel 2007 ad Ercolano. I Carabinieri della tenenza di Ercolano e della Compagnia di Torre Annunziata stanno indagando sulla vicenda. Il pm della Procura ha disposto il sequestro della salma.

Leggi anche -> Ostia, bambino di due anni offerto in cambio di soldi