Zaia: “In Veneto misure prorogate. Ma non siamo in emergenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

“Il Governatore del Veneto Luca Zaia ha deciso di estendere al 15 ottobre, con una nuova ordinanza regionale, tutte le norme in vigore fino ad oggi. “Strutture come le Serena vanno chiuse”. Ma precisa: “Non siamo in emergenza”

zaia isolato il coronavirus ceppo serbo
foto di repertorio – via web

“Clinicamente in questo momento non siamo in emergenza”: Lo dice il governatore del Veneto Luca Zaia parlando dei nuovi casi nella regione di positività al Covid, tra i quali i 132 positivi (131 migranti e un mediatore culturale) riscontrati nel Centro di accoglienza dell’ex Caserma Serena di Casier, nel Trevigiano. “Abbiamo beccato i 131 positivi – spiega – perché avevamo trovato tre sintomatici”. Zaia sottolinea che i focolai in Veneto sono complessivamente 45. Annuncia per domani la firma di una nuova ordinanza che “prolungherà tutte le misure già previste fino al 15 ottobre”.

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina il governatore ha tracciato un bilancio a trecentosessanta gradi. “Il bollettino di oggi ci dice che il virus esiste ancora (ci sono 117 contagiati in più rispetto a ieri mattina), ha cariche virali variabili (c’è chi è più contagioso e chi meno) e abbiamo una quantità di positivi asintomatici importante. Al momento gli ospedali del Veneto non risentono di questi nuovi focolai. Il focolaio alle Serena è stato scoperto grazie a 3 sintomatici su 300 ospiti. Clinicamente non siamo in emergenza ma siamo pronti a qualsiasi evenienza per farci trovare pronti. Non abbiamo smantellato nulla, abbiamo solo tolto alcuni letti nelle terapie intensive. Voglio aspettare ancora qualche giorno per annunciare il nuovo piano di sanità pubblica”.

“Per i cittadini del Veneto non cambia nulla rispetto a prima”

Negli ultimi giorni i focolai Covid in Veneto sono passati da 38 a 45. Il giusto per restare in allerta, ma ancora poco per dichiarare emergenza. Sono stati fatti 743 tamponi, 623 per lavoratori di rientro dall’estero e 120 per badanti già testate. “Oggi firmerò – ha aggiunto – la nuova ordinanza che proroga tutte le misure in vigore ad oggi fino al 15 ottobre, data di scadenza dello stato di emergenza nazionale.

Stati Generali, Zaia: governo centralista, in Veneto riapro tutto

Leggi anche –> 18 tra ospedali ed Rsa sotto inchiesta per la pandemia di Covid 19

Leggi anche –> Coronavirus: a soli 4 mesi è positivo. Infetti anche i genitori

La nostra ordinanza lascia però una finestra per l’8 agosto in caso un nuovo Dpcm del Governo dovesse cambiare qualcosa nelle prossime settimane. Ai veneti diciamo che per loro non cambia nulla rispetto a quello che c’è già, restiamo vigili per ridurre l’impatto di questo virus che c’è ancora. Ma bisogna restare calmi e affrontare la situazione con la giusta dose di prevenzione”