Bonus Mobilità: il 6 agosto ultimo passaggio, apertura piattaforma entro fine mese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:38

Dal 6 agosto verrà messo in atto l’ultimo passaggio prima dell’apertura della piattaforma web per richiedere il Bonus Mobilità. A confermarlo è lo stesso ministero dell’Ambiente.

Bonus Mobilità
Bonus Mobilità – foto di repertorio

Nuovi chiarimenti in merito al Bonus Mobilità. Il portale del ministero dell’Ambiente che renderà operativo il “bonus bici” non sarà operativo prima di fine agosto. Come si apprende dalle fonti, è in programma per il 6 agosto la Conferenza delle Regioni che avrà il compito di definire le procedure prima dell’attivazione della piattaforma web. “Si tratta dell’ultimo passaggio prima della pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale e del via libera alla successiva attivazione della piattaforma telematica, che sarà accessibile dal sito del ministero”, ha infatti chiarito una nota del ministero dell’Ambiente. Ricordiamo che decreto attuativo verrà pubblicato in Gazzetta tra il 7 e l’8 agosto.

Cosa è il Bonus Mobilità

Il Bonus Mobilità è un incentivo per la mobilità “sostenibile” che permette di ottenere un rimborso a coloro che hanno acquistato un monopattino elettrico, una bici o una e-bike. Il portale del ministero dell’Ambiente sarà operativo prima di fine agosto, e attraverso la piattaforma sarà possibile richiedere fino a un massimo di 500 euro di rimborso. La cifra copre fino al 60% dell’acquisto di biciclette, ebike, monopattini elettrici acquistati dal 4 maggio al 31 dicembre. Un bonus è declinabile anche in forma di voucher elettronico per chi ha intenzione di effettuare un acquisto futuro.

Come richiedere il Bonus Mobilità

Mancano allora soltanto gli ultimi e decisivi passaggi per rendere attiva la piattaforma web, a cui si potrà accedere elusivamente tramite il sito del Ministero dell’Ambiente. Per poter fare richiesta del rimborso fino al 60% sul prezzo d’acquisto del mezzo, tutti i cittadini interessati dovranno caricare sulla piattaforma la fattura o lo scontrino parlante (non lo scontrino semplice). Una volta inoltrata correttamente la richiesta, il bonus sarà erogato in ordine cronologico, in base a quando sono stati acquistati i mezzi. Un modo, questo, per scongiurare il tedioso click day.

LEGGI ANCHE: Zingaretti contro Salvini: vi sono scellerati che si tolgono mascherina per farsi pubblicità

LEGGI ANCHE: Fase 3, Stirpe commenta l’azione del Governo: “frammentata e inefficace”

Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, ha inoltre assicurato che “i fondi ci sono per tutti”. “Avevo previsto 120 milioni di euro come stanziamento, ma siamo arrivati a 210 milioni perché il Parlamento ha intuito che c’era una grande voglia di acquisti, e quindi ho aumentato il plafond”, ha infatti sottolineato Costa. Anche se, secondo le stime di Ancma (Associazione nazionale ciclo, motociclo e accessori), tale cifra potrebbe non essere sufficiente. Soltanto nelle prime settimane post lockdown, infatti, le vendite di bici hanno subito un’impennata del 60% (pari a 130 milioni di euro di bonus già “prenotati”). Oltre a ciò, andrebbero poi aggiunti gli acquisti di e-bike, i monopattini elettrici e altri mezzi relativi.