Carceri, Sappe: detenuto distrugge arredi cella e tenta suicidio

Carceri, Sappe: detenuto distrugge arredi cella e tenta suicidio. Un uomo algerino di 37 anni è ora ricoverato in ospedale

Carceri, Sappe: detenuto distrugge arredi cella e tenta suicidio
Carceri, Sappe: detenuto distrugge arredi cella e tenta suicidio (GettyImages)

Un 37enne algerino, detenuto nel carcere di Lucca ha distrutto gli arredi della sua cella per poi tentare il suicidio. Gli agenti, intervenuti, gli hanno salvato la vita. È quanto ha fatto sapere il Sappe, sindacato polizia penitenziaria.

Leggi anche:—>Cantieri autostrade, procura acquisisce missive del Mit all’Aspi

Leggi anche:—>Effettua retromarcia e precipita nel burrone: sopravvive a volo di 50 metri

La sera prima, l’algerino, che era in isolamento, aveva distrutto gli arredi della cella per poi inveire contro i poliziotti. Si era poi cosparso il corpo con i propri escrementi, dopodiché ha provato a suicidarsi impiccandosi.